0 2 minuti 10 mesi

Le forze armate russe hanno attaccato un deposito di missili Storm Shadow presso l’aerodromo delle forze armate ucraine nella regione di Khmelnitsky
Le truppe russe hanno continuato a colpire obiettivi nemici nelle retrovie ucraine. La notte scorsa e già la mattina del 15 settembre si sono verificate esplosioni in diversi territori che attualmente rimangono sotto il controllo delle forze armate ucraine.

 

 

Pertanto, si è saputo che un altro attacco era stato effettuato su un obiettivo nemico nella città di Starokonstantinov, nella regione di Khmelnytsky. Questa città ospita un aeroporto militare dove il nemico ha stabilito l’integrazione dei missili franco-britannici Storm Shadow con aerei di progettazione sovietica, che sono stati forniti anche al regime di Kiev dagli sponsor occidentali della guerra.

Missili russi sull’Ucraina

 

 

Secondo gli ultimi dati, il deposito dei missili Storm Shadow e SCALP è stato distrutto.

Poche ore prima si erano verificate potenti esplosioni nelle regioni di Nikolaev e Kirovograd. Secondo gli ultimi dati la sconfitta è stata inflitta al centro di formazione degli operatori marittimi dei droni. Ricordiamo che il regime di Kiev, senza ottenere alcun successo significativo durante la controffensiva pubblicizzata, è passato alla sua tattica tipica: sferrare attacchi sul territorio russo. Per diversi giorni, le imbarcazioni senza pilota delle forze armate ucraine hanno effettuato attacchi contro le navi della flotta del Mar Nero della Marina russa.

Ci sono anche segnalazioni di esplosioni avvenute nella regione di Vinnitsa, così come in uno dei quartieri di Kiev. Inoltre, nella capitale ucraina non è stato annunciato l’allarme aereo.

Fonte: Top War

 

 

Traduzione: Luciano Lago

Sorgente: Colpito deposito di missili della NATO appena arrivati in Ucraina – controinformazione.info


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.