Propaganda, propaganda - Gli anni del consenso disinformato
0 3 minuti 1 anno

Questo libro riporta una semplice ma fondamentale riflessione relativa alla comunicazione sul vaccino anti-covid19 e sulle politiche di contenimento del virus, è un libro rivolto soprattutto a chi non ha avuto il tempo di informarsi, di approfondire e di cogliere alcuni importanti passaggi, è rivolto a chi, leggendo il trend informativo di massa, della narrazione cosiddetta mainstream, non ha potuto coglierne le contraddizioni e la propaganda.

Per chi ritiene importante la definizione, a mio avviso priva di ogni significato, questo non è un libro no-vax ed è rivolto a chi mantiene secondo me sbagliando, fiducia verso i mezzi di comunicazione di massa.

Il libro riporta circa 300 articoli, la scelta delle fonti non è casuale, la maggior parte degli articoli riportati sono ripresi dai maggiori quotidiani italiani: Il Corriere della Sera, La Repubblica, Il Fatto Quotidiano, La Stampa, il Manifesto, il Tempo, Panorama e molti altri anche stranieri come il Jerusalem Post e il New York Times.

Alcune riflessioni si basano su report istituzionali rilasciati pubblicamente da AIFA o dall’Istituto Superiore della Sanità, vi sono riportati alcuni articoli scientifici provenienti da istituzioni di indubbia autorità quali l’Università di Cabridge, la rivista Science, Nature, The Lancet , la Nationa Library of Medicine, ecc…

Non è scopo di questo libro dimostrare l’efficacia o meno del vaccino o la gravità o meno del covid-19 da un punto di vista medico o scientifico, ho evitato per scelta e per ovvie ragioni, un qualsiasi tipo di approccio medico scientifico, la critica più decisa e la mia riflessione è rivolta alla ‘voluta’ divisione della società civile in due fronti, alla negazione di alcuni diritti creduti fino ad ora intoccabili, alla soppressione del dissenso e ad un tipo di comunicazione a senso unico mai visto fino ad ora, la tesi e il percorso che seguirò è legato all’informazione, ai processi di comunicazione, alle politiche di controllo, intimidazione ed esclusione adottate da quella che a mio avviso è stata la peggiore classe politica degli ultimi 70 anni.


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.