0 2 minuti 1 settimana

L’esercito israeliano ha dichiarato domenica di aver aperto un nuovo passaggio per gli aiuti umanitari nella Striscia di Gaza in coordinamento con gli Stati Uniti.

Il valico, chiamato ‘Erez Occidentale, è stato aperto nel nord della Striscia di Gaza per trasferire aiuti umanitari, hanno detto i militari in una nota.

Per gli ultimi aggiornamenti sul conflitto israelo-palestinese, visita la nostra pagina dedicata.

La notizia è arrivata dopo che Israele ha inviato carri armati nella parte orientale di Jabalia, nel nord della Striscia di Gaza, domenica mattina presto, dopo una notte di pesanti bombardamenti aerei e terrestri, uccidendo 19 persone e ferendone decine di altre, hanno detto funzionari sanitari palestinesi.

Secondo il Ministero della Sanità di Gaza, il bilancio delle vittime dell’operazione militare israeliana a Gaza ha ormai superato i 35.000 palestinesi. Il bombardamento ha devastato l’enclave costiera e causato una profonda crisi umanitaria.

La guerra è stata innescata da un attacco guidato da Hamas nel sud di Israele il 7 ottobre in cui sono state uccise circa 1.200 persone e più di 250 prese in ostaggio, secondo i conteggi israeliani.

Israele afferma che 620 soldati sono stati uccisi nei combattimenti, più della metà dei quali durante l’assalto iniziale di Hamas.

Con Reuters

Sorgente: Le forze israeliane si coordinano con gli Stati Uniti per aprire il passaggio degli aiuti umanitari nella Striscia di Gaza