0 1 minuto 1 mese

Hajja Nayfa Al-Souda (M. Muawiyah Al-Nawati) viveva vicino al complesso medico Al-Shifa
Dopo il raid nella zona di Al-Shifa, l’edificio in cui viveva con i suoi figli è stato preso d’assalto, e sono stati evacuati dall’edificio, e quando i suoi figli hanno cercato di fare uscire anche lei, l’esercito ha ordinato loro di lasciarla a casa sotto la loro protezione e con il pretesto che si trovava in un luogo sicuro. L’esercito si è ritirato e di Nayfa si sono perse le tracce.

Oggi i suoi figli hanno scoperto che era rimasta a casa e l’esercito aveva bruciato la casa mentre lei si trovava al suo interno,

hanno ritrovato alcuni suoi resti sullo stesso letto su cui era seduta.
Hajja Nayfa è stata bruciata viva.