0 3 minuti 9 mesi

« Nessuno dovrebbe tollerare l’antisemitismo per un momento. Ma allo stesso modo, dobbiamo essere liberi di parlare delle responsabilità che ci sono per tutti gli Stati in relazione al diritto internazionale », ha dichiarato il presidente della repubblica d’Irlanda Michael D. Higgins durante un suo recente soggiorno a Roma, in occasione del “World Food Forum” [1].Membro del Labour Party, e al suo secondo mandato presidenziale, Michael D. Higgins ha poi precisato: « se stai criticando lo Stato di Israele per gli insediamenti illegali come alcuni di noi in passato [l’ha fatto pure Amnesty, NdR], è del tutto sbagliato descriverlo come un comportamento antisemita ».In precedenza, il presidente aveva dichiarato « penso che Israele riduca “a coriandoli” davvero tutto quel Codice umanitario che era lì dalla seconda guerra mondiale attraverso le Convenzioni di Ginevra sulla protezione dei civili » [2].« La violazione del diritto internazionale come ritorsione – aveva aggiunto poi – è semplicemente qualcosa su cui i paesi che sottoscrivono la Carta delle Nazioni Unite, il Diritto umanitario e il Diritto internazionale in generale devono essere sinceri: Devi essere abbastanza semplice su dove ti trovi in relazione al diritto internazionale », ha detto il presidente Higgins.Per poi concludere che, quando la presidente Commissione Europea Ursula von der Leyen è andata in Israele per esprimere la propria solidarietà, « non parlava a nome dell’Irlanda. Non possiamo ignorare la fonte a lungo trascurata di gran parte di questo conflitto, che sono le questioni palestinesi ».L’ambasciatore israeliano in Irlanda Dana Erlich ha definito quali « ingannevoli e infiammatori » nonché « legalmente sbagliati » i commenti del presidente Higgins [3] con ciò innescando un incidente diplomatico tra i due paesi.« Il leader del partito laburista Ivana Bacik – infatti – ha detto ieri che l’ambasciatore israeliano in Irlanda aveva “superato la linea” nel criticare il presidente » [3].« Il crescente numero di vittime civili e sofferenze in Israele e nei territori palestinesi occupati è orribile », ha aggiunto Micheàl Martin, il leader del partito Fianna Fáil , prima di chiedere una « pausa umanitaria » ai bombardamenti israeliani.

Sorgente: Irlanda: il presidente si schiera con la Palestina


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.