0 1 minuto 3 anni

Nel caso non ve ne foste accorti, sono quattro anni che danziamo in stato di semincoscienza sull’orlo della crisi. Nel 2018 abbiamo giocato apertamente con l’ipotesi di uscire dalla moneta unica, prima per l’idea di mettere un no euro al ministero dell’Economia, in nome del quale abbiamo rischiato pure una crisi istituzionale, e poi per il deficit al 2,4, cioè per quota cento e reddito di cittadinanza.Nel 2019, nonostante il cambio di governo, o per meglio dire di maggioranza, abbiamo scoperto che in fondo le misure bandiera del precedente esecutivo non andavano così male nemmeno al Pd, e poco è cambiato. Nel 2020, con lo stesso approccio, abbiamo affrontato pure la pandemia, a forza di stati generali e conferenze stampa a strascico, bonus monopattini e banchi a rotelle.

Sorgente: Landini e l’incoscienza di una classe dirigente sempre sull’orlo della bancarotta – Linkiesta.it


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.