il manifesto del 08.12.2020 – il manifesto

il manifesto del 08.12.2020 – il manifesto

8 Dicembre 2020 0 Di Luna Rossa

Lidia Menapace ha lasciato il mondo che aveva cercato di cambiare, sognando un comunismo pacifico, solidale e aperto. Bello e costruito da donne e da uomini capaci di scavare la realtà: sotto la superficie banale dei segni. Il nostro saluto con Luciana Castellina, Vincenzo Vita, Mauro Paissan, Giuliana Sgrena, Carlo Smuraglia

Commenti

La nostra comune storia di complementari eresie

Luciana Castellina

Se non è mai citata fra i «fondatori» de Il Manifesto è solo perché per esserlo avrebbe dovuto essere anche lei radiata dal Pci; e invece – l’anomalia non è di poco conto – lei fu radiata dalla Dc

Sempre in viaggio, con lo zainetto sulle spalle

Giuliana Sgrena

Partiva la sera da Roma viaggiava tutta la notte – senza cuccetta – in seconda classe – tanto io dormo dovunque, diceva – e arrivava la mattina a Bolzano. Ma le sue mete erano le più diverse

Commenti

Una partigiana coraggiosa per tutta la vita

Carlo Smuraglia

Lidia Menapace fu una combattente vera, nella Resistenza, ma lo è stata in tutta la sua vita e in ogni tipo di impegno, da quello antimilitarista a quello contro ogni forma di violenza

Editoriale

Pacifismo e azione non violenta

Lidia Menapace

Un estratto dal libro «Canta il merlo sul frumento», manni Editori 2015, che spiega la forza profonda del pacifismo di Lidia Menapace. Aveva idee molto ferme anche in politica ma era sempre pronta ad accettare il dialogo

L’autogol di una crisi di governo

Norma Rangeri

In questo folle giro di giostra, c’è una forza politica più fuori controllo e preoccupante, ed è il M5Stelle attraversato da una fronda interna implacabile

Mes, ostacolo aggirato

A. Fab.

Rientra l’allarme per il voto di domani in senato sulle comunicazioni di Conte in vista del Consiglio europeo del 10 e 11. Italia viva tiene la maggioranza sulla corda, si conferma qualche dissenso nei 5 Stelle sebben più limitato. Ma per i giallorossi sotto stress l’incidente appare solo rinviato

In Lunigiana case lager per ragazzi disagiati

Riccardo Chiari

La procura di Massa e gli investigatori dell’Arma aprono un vaso di Pandora che coinvolge anche la politica, fra gli otto arrestati il sindaco di Villafranca in Lunigiana, sotto accusa anche il presidente del Consiglio comunale di Massa. Nelle “Case di accoglienza” della coop Serinpar cibo scarso e scadente, giacigli per dormire e vessazioni fisiche sui giovanissimi ospiti.

Europa

Il parlamento Ue: trasparenza sui finanziamenti dei vaccini

Anna Maria Merlo

L’Europa ha ordinato 1.800 milioni di dosi, per ora, da 5 laboratori, ed è in trattative per altri 2 miliardi con Moderna. Gli europarlamentari chiedono che vengano rese pubbliche le modalità dei contratti con i colossi farmaceutici: sono stati versati soldi pubblici, presi dal fondo di emergenza dotato di 2 miliardi, prima che si conoscesse l’efficacia dei vaccini

Romania, vince l’astensione. Ora il rebus governo

Gianluca Falco

Solo il 33% è andato a votare. A sorpresa i socialisti (29.7%) tornano a essere primo partito. Liberali fermi al 25.5%, un risultato deludente per il premier Orban che si dimette. Exploit della neoformazione della destra populista Aur (Alleanza per l’Unione dei rumeni)

Venezuela, la disaffezione dimezza la vittoria di Maduro

Claudia Fanti

Alle urne solo il 31%, ma il boicottaggio delle destre c’entra poco. «Madurismo» in crisi malgrado il 67,6% ottenuto dalla coalizione che sostiene il presidente. Governo sempre meno chavista, critiche crescenti alla controversa «Ley anti-bloqueo.

Come salvarsi dal Covid-19 sotto le bombe nucleari

Manlio Dinucci

In previsione di un attacco è meglio sapere che «a causa del Covid-19 molti posti, da cui passate per andare al lavoro e ritornare, possono essere chiusi o non avere regolari orari di apertura». Le nuove paradossali istruzioni diffuse dall’agenzia per le emergenze

Cultura

Un’epica cinese lunga un sogno

Simone Pieranni

Un itinerario tra saggi critici che interrogano i recenti assetti asiatici. Bill Hayton, Kerry Brown, Daniel Bell, Wang Pei e David Shambaugh, tra storytelling e soft power. Testi ricchi di spunti su sovranità, meritocrazia o il rapporto tra macchine e umani dove lo scontro è tra il Pcc e una intelligenza artificiale creata dai «big tech» occidentali

La «rivoluzione» politica del papato datata Anno Mille

Marina Montesano

I saggi di Gert Melville e Nicolangelo D’Acunto indagano le trasformazioni nei confronti del potere imperiale. La lotta per la libertas (termine che si traduce come una via di mezzo fra indipendenza e privilegio, ben lontano dunque dall’astrattezza della «libertà» odierna) della Chiesa portò con sé sollevamenti delle masse istigate da monaci riformisti contro i vescovi legati al partito imperiale; fu un momento che segnò soprattutto la storia delle città italiane centro-settentrionali

Visioni

Er», a passi veloci sulla strada del teatro

Gianni Manzella

Costruito sul volto di Ermanna Montanari, il nuovo film di Marco Martinelli è un lavoro sulla memoria. Il regista narra la storia delle Albe seguendo l’attrice e compagna di scena. Presentato a Filmmaker

La Scala, prima tra le prime

Fabio Vittorini

In scena «A riveder le stelle», l’inedito gala senza pubblico del teatro milanese al tempo del Covid. Un viaggio attraverso sortilegi cantati e ballati, sotto la regia di Davide Livermore

Commenti

No al terrorismo di stato

***

L’omicidio dello scienziato iraniano Mohsen Fakhrizadeh, comunemente attribuito ai servizi segreti israeliani, segna un passaggio gravissimo nelle violazione dei diritti che l’Italia e gli altri stati europei non posso trascurare.

Sorgente: il manifesto del 08.12.2020 – il manifesto

Spread the love
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •