0 1 minuto 3 settimane

Testimonianza di uno dei prigionieri  rilasciati  dai campi di concentramento israeliani.
l’ex-prigioniero dice: “Mi hanno arrestato con un folto gruppo di persone della città di Hamad il 3 febbraio.

Indossavo i vestiti migliori e indossavo gli occhiali medici. Ci hanno spogliato di tutti i vestiti e ci hanno gettato addosso dell’acqua fredda.

Poi ci hanno costretto a indossare un’uniforme simile a quella della quarantena che indossavano gli operatori sanitari e ci hanno portato in un luogo che non so ancora dove si trova.
Ci hanno picchiato brutalmente senza motivo e ci hanno insultato con parole oscene che non posso pronunciare davanti a voi.

Durante i giorni di detenzione ho vissuto i giorni peggiori della mia vita.
Quando chiedevamo un dottore, arrivava un dottore, ci insultava e ci prendeva in giro.

Al Jazeera