0 9 minuti 4 anni

Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi hanno trovato faticosamente la quadra sulle candidature del settembre prossimo. Ma è un accordo evidentemente forzato, visto che alla fine porta allo scoperto malumori mai sopiti. A lamentarsi, tra frasi sussurrate alle agenzie di stampa e dichiarazioni ufficiali, sono soprattutto i leghisti. Il motivo? Almeno tre: i nomi scelti come aspiranti governatori dagli alleati, il rischio di candidature di “impresentabili”, e poi il numero di candidati presidenti riservato al Carroccio, praticamente lo stesso ottenuto da Fratelli d’Italia

Sorgente: Regionali, tra candidati “anni ’90” e “impresentabili”: nel centrodestra l’accordo sui candidati è indigesto. Lega: “Stop ai Cesaro in Campania”. Forza Italia: “Pensino a chi hanno hanno imbarcato loro” – Il Fatto Quotidiano


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.

Rispondi