Coronavirus, Obama contro Trump: “Non sa quello che fa”. Il Brasile è il quarto Paese per contagi – la Repubblica

Coronavirus, Obama contro Trump: “Non sa quello che fa”. Il Brasile è il quarto Paese per contagi – la Repubblica

17 Maggio 2020 0 Di Luna Rossa

L’ex presidente rompe la tradizione di non parlare dei successori: nel suo discorso online per la fine dell’anno scolastico, ha attaccato l’attuale amministrazione per la gestione dell’emergenza. Lo Stato guidato da Jair Bolsonaro supera Spagna e Italia per numero positivi

Il Brasile ha superato la soglia di 15mila morti

Nuovo record di contagi da Covid-19 in Brasile, che adesso ha superato per numeri di casi la Spagna e l’Italia ed è il quarto Paese piu’ contagiato al mondo. Secondo i dati del Ministero della Salute, sono stati 14.919 I nuovi casi ufficiali nelle ultime 24 ore, il che porta il totale a 233.142, immediatamente dietro Usa, Russia e Gran Bretagna. Il Brasile tra l’altro ha fatto molti meno test che altri Paesi. Il dato e’ destinato a mettere ulteriore pressione sul presidente Jair Bolsonaro, che venerdi’ ha perso il suo secondo ministro della Salute nel giro di un mese ed e’ contestato nelle sue politiche di contenimento del virus.

Obama attacca Trump, non sa quello che fa

L’ex presidente Barack Obama attacca l’amministrazione Trump sulla gestione dell’emergenza coronavirus. “Non fanno neanche finta di sapere quello che fanno”, ha detto nel suo intervento online alla cerimonia di laurea degli studenti afroamericani. “Questa pandemia alla fine ha completamente alzato il sipario sul fatto che tantissimi uomini al comando non sanno cosa fare. E molti di loro non fingono nemmeno”, ha detto senza nominare direttamente il presidente Trump.

Intanto viene segnalato un nuovo drammatico record negli Stati Uniti dove nelle ultime 24 ore sono stati registrati 25.060 casi di coronavirus e altre 1.224 vittime. Secondo i dati della Johns Hopkins University sono almeno 1.467.884 le persone contagiate dal Covid-19 negli Usa e almeno 88.754 quelle morte a causa del virus.

Germania, 583 nuovi casi

Altre 583 persone sono state trovate positive al coronavirus in Germania nelle ultime 24 ore. Lo riferisce l’Istituto Robert Koch precisando che il numero totale dei contagi è salito a 174.355. In lieve aumento anche le vittime, altre 33 persone sono morte a causa del Covid-19, 7.914 dall’inizio dell’emergenza. La Germania è uno dei Paesi europei che ha iniziato ad alleggerire le misure con la riapertura venerdì dei ristoranti e la ripresa a porte chiuse del campionato di calcio. Il governo di Berlino ha, inoltre, abolito la quarantena obbligatoria, imposta a marzo, per chi arriva da un altro Paese Ue.

India, record di nuovi casi in un giorno, 5.000

Record di nuovi casi di coronavirus in India dove nelle ultime 24 ore 4.987 persone sono state trovate positive. Lo riporta la Cnn. Secondo il ministero della Salute, in totale ci sono 90.927 persone contagiate comprese 2.872 vittime. In soli due giorni l’India ha visto un aumento dei casi da 80.000 a 90.000.

Belgio, infermieri voltano le spalle al premier

Protesta di alcuni infermieri in Belgio contro la premier Sophie Wilmès che sabato ha visitato alcuni ospedali di Bruxelles per incontrare chi da due mesi combatte in prima linea contro il coronavirus. Il personale dell’ospedale Saint-Pierre ha accolto l’auto della prima ministra disponendosi all’ingresso ma voltandole le spalle. Secondo il sito della radio belga Rtbf, che mostra un video dell’entrata di Wilmès in ospedale, a protestare sono stati un centinaio tra infermieri, medici, personale delle pulizie, amministrativi e vigili del fuoco. In Belgio, dove domani riaprono le scuole, ci sono al momento 54.989casi di Covid-19, di cui 9.005 morti, secondo i dati della Johns Hopkins University.

Coronavirus, il premier del Belgio visita l’ospedale: medici e infermieri si voltano di spalle

Francia e Grecia, messe “drive-in”

Sono iniziate in Francia e Grecia, ma potranno presto arrivare anche in Itala. Si tratta delle prime messe in stile “drive-in”, quindi accessibile alle auto. Già alcune parrocchie oggi si sono attrezzate. In alcune aree è stato possibile assistere in assoluta sicurezza alla funzione religiosa, ma ciascuno a bordo della propria vettura.

Coronavirus, Obama contro Trump: "Non sa quello che fa". Il Brasile è il quarto Paese per contagi

Sorgente: Coronavirus, Obama contro Trump: “Non sa quello che fa”. Il Brasile è il quarto Paese per contagi – la Repubblica

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •