0 6 minuti 4 settimane

Il capo del partito di Shanghai incontra Blinken
La gestione delle differenze dovrebbe essere reciproca, non ordinata dagli Stati Uniti e ascoltata dalla Cina: esperto
Pubblicato: 25 aprile 2024 21:13

 

Il capo del partito di Shanghai Chen Jining (a destra) incontra il segretario di Stato americano Antony Blinken a Shanghai il 25 aprile 2024.

Il segretario di Stato americano Antony Blinken, prima di atterrare giovedì a Pechino, ha incontrato i funzionari locali a Shanghai, dove ha riconosciuto l’obbligo di gestire le relazioni Cina-USA in modo responsabile.

L’obbligo spetta sia alla Cina che agli Stati Uniti, quindi dovrebbe essere una comunicazione su un piano di parità piuttosto che ordine e obbedienza, hanno detto gli osservatori cinesi, poiché la Cina spera che la visita di Blinken possa aiutare gli Stati Uniti a comprendere meglio la Cina. 

Chen Jining, segretario del Comitato municipale di Shanghai del Partito comunista cinese, ha incontrato giovedì Blinken a Shanghai. Chen ha affermato che sotto la guida strategica dei leader dei due paesi, le attuali relazioni Cina-USA hanno mostrato una tendenza alla stabilizzazione, che costituisce una base importante affinché le due parti possano promuovere la prossima fase di cooperazione e comunicazione.

Chen ha affermato che Shanghai implementerà in modo solido l’importante consenso raggiunto dai leader dei due paesi e continuerà a dare un contributo attivo da una prospettiva locale per promuovere lo sviluppo delle relazioni Cina-Stati Uniti.

Blinken ha sottolineato “il valore e la necessità dell’impegno diretto, dell’impegno duraturo, del parlarsi gli uni con gli altri, esponendo le nostre differenze che sono reali, cercando di superarle, cercando anche modi per costruire cooperazione dove possiamo”, secondo a comunicato stampa del Dipartimento di Stato americano.

Il Ministero degli Esteri cinese ha introdotto cinque obiettivi principali su cui la Cina si sta concentrando: stabilire la giusta percezione, rafforzare il dialogo, gestire efficacemente le differenze, promuovere una cooperazione reciprocamente vantaggiosa e assumersi congiuntamente le responsabilità come paesi principali.

Si spera che attraverso un impegno diretto, gli Stati Uniti possano avere una migliore comprensione della Cina e correggere la loro percezione errata del Paese, poiché ciò costituisce la base per ulteriori passi volti a realizzare una comunicazione significativa, gestire le differenze e promuovere una possibile cooperazione, ha affermato Li Haidong. , professore presso l’Università degli Affari Esteri della Cina. 

A Shanghai, Blinken avrebbe espresso “preoccupazioni sulle politiche commerciali della Cina e sulle pratiche economiche non di mercato”. Ha descritto le politiche cinesi come “ingiuste” e ha chiesto “ condizioni di parità per i lavoratori e le aziende statunitensi che operano in Cina”.

In risposta, il portavoce del Ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin ha affermato che la Cina ha sempre condotto la cooperazione economica e commerciale in conformità con i principi del mercato, ha sostenuto fermamente il sistema commerciale multilaterale e ha rispettato pienamente le regole dell’Organizzazione mondiale del commercio. Ci auguriamo che gli Stati Uniti collaborino con la Cina per creare condizioni favorevoli per lo sviluppo sano e stabile delle relazioni economiche e commerciali sino-americane, ha affermato.

Alcune ore prima del suo sbarco in Cina mercoledì, il Senato degli Stati Uniti ha approvato un pacchetto di aiuti che comprendeva 8 miliardi di dollari in aiuti all’isola di Taiwan e il disegno di legge per costringere ByteDance a vendere TikTok. Prima del suo viaggio, i media statunitensi hanno anche citato fonti anonime secondo cui gli Stati Uniti stanno elaborando sanzioni che potrebbero escludere alcune banche cinesi dal sistema finanziario globale, presumibilmente per aumentare la “leva diplomatica” per la visita di Blinken. 

Li ha osservato: “Se Blinken è qui per lanciare un ultimatum alla Cina, non ci arrenderemo e non scenderemo a compromessi sulle nostre questioni fondamentali”. 

La caratteristica più importante delle attuali relazioni Cina-Stati Uniti è che Washington solleva continuamente richieste a Pechino ma manca di sincerità nel rispondere a molte delle ragionevoli richieste della Cina, hanno detto gli esperti.

La gestione responsabile delle differenze dovrebbe essere reciproca, non l’ordine degli Stati Uniti e l’ascolto della Cina, ha affermato Li.

Wu Xinbo, direttore del Centro per gli studi americani dell’Università di Fudan, ha dichiarato al Global Times che gli Stati Uniti non possono sopprimere la Cina, aspettandosi allo stesso tempo che la Cina balli al suo ritmo. 

Di conseguenza, gli analisti hanno aspettative piuttosto basse per questa visita. 

Le azioni degli Stati Uniti hanno fatto sì che la Cina sentisse di non essere un partner credibile, che cerca solo di assicurarsi ciò che vuole e presenta richieste irragionevoli trascurando i bisogni degli altri, ha affermato Wu.

Sorgente: Il capo del partito di Shanghai incontra Blinken – Global Times