0 3 minuti 1 settimana

Il portavoce militare degli Houthi, il generale di brigata Yahya Sarea, ha dichiarato in un comunicato che “le operazioni precise” sono state effettuate con droni come rappresaglia per i “massacri commessi dal nemico israeliano nell’area [palestinese] di Rafah” nella Striscia di Gaza.

Un’operazione ha preso di mira due navi che trasportavano attrezzature militari e un’altra ha preso di mira una nave che “ha violato il divieto di ingresso degli Houthi nel porto di Haifa nella Palestina occupata [Israele]”, secondo il portavoce.

L’IRI, un gruppo che racchiude fazioni armate sostenute dall’Iran in Iraq, ha confermato in una dichiarazione di aver attaccato il porto di Haifa con droni in coordinamento con gli Houthi.

Droni della Resistenza

Nel frattempo, fonti militari israeliane hanno detto a Xinhua di “non avere familiarità con un tale incidente”. Testimoni di società che operano ad Haifa hanno detto che il porto stava funzionando normalmente.

Più tardi, il leader degli Houthi yemeniti, Abdul Malik al-Houthi, ha dichiarato che le operazioni del gruppo contro Israele, condotte con l’IRI, si intensificheranno.

Gli Houthi hanno attaccato dozzine di navi affiliate a Israele o di proprietà degli Stati Uniti e del Regno Unito nel Mar Rosso, nel Golfo di Aden, nel Mar Arabico, nell’Oceano Indiano e nel Mar Mediterraneo da novembre in risposta alla guerra israeliana e all’assedio di Gaza.

Inoltre, il gruppo ha lanciato dozzine di droni e missili contro la città israeliana più meridionale di Eilat e ha abbattuto sei droni da combattimento di fabbricazione americana sullo Yemen e nelle acque vicine.

L’IRI ha anche iniziato a lanciare attacchi contro Israele e contro le forze statunitensi in Iraq e nella vicina Siria dopo lo scoppio della guerra a Gaza.

Il gruppo ha sospeso gli attacchi contro le forze statunitensi lo scorso febbraio dopo la morte di tre soldati americani in un attacco di droni su una base in Giordania, secondo quanto riferito su richiesta del Corpo delle Guardie Rivoluzionarie Islamiche dell’Iran. Tuttavia, da allora ha intensificato gli attacchi contro Israele.

La cooperazione tra gli Houthi e l’IRI non è sorprendente considerando che entrambi i gruppi fanno parte dell’Asse della Resistenza guidato dall’Iran. Questa cooperazione rappresenta tuttavia una nuova minaccia per Israele, in quanto potrebbe mettere seriamente in pericolo i suoi porti sul Mediterraneo.

Fonte: southfront.press

Traduzione: Luciano Lago

Sorgente: HOUTHI YEMENITI E LA RESISTENZA IRACHENA ANNUNCIANO OPERAZIONI CONGIUNTE CONTRO ISRAELE – controinformazione.info