0 2 minuti 2 mesi

La missione di mantenimento della pace delle Nazioni Unite ha affermato che le violazioni della cessazione delle ostilità a partire dall’8 ottobre hanno portato alla morte di molte persone e causato gravi danni alle abitazioni civili e alle infrastrutture pubbliche. Ha aggiunto che la recente escalation è pericolosa e deve essere fermata.Il portavoce delle Nazioni Unite Stephane Dujarric ha affermato che la missione UNIFIL continua a impegnarsi pienamente con le parti per calmare le tensioni e continuare ad attuare il suo mandato. Le forze di pace continuano il loro lavoro sul campo nonostante l’aumento dei rischi e delle sfide.Dujarric ha rinnovato l’appello delle Nazioni Unite a tutte le parti a cessare il fuoco e ad adoperarsi per raggiungere una soluzione diplomatica.È interessante notare che  la Linea Blu si estende per 120 chilometri lungo il confine meridionale del Libano. Non si tratta di un confine, ma di una “linea di ritiro” stabilita dalle Nazioni Unite nel 2000 con lo scopo pratico di confermare il ritiro delle forze israeliane dal Libano meridionale, e non pregiudica eventuali futuri accordi sui confini tra i due paesi.Imran Reza, coordinatore umanitario delle Nazioni Unite in Libano, ha espresso profonda tristezza per le vittime civili causate dagli attacchi aerei di oggi sul Libano meridionale, “che hanno tragicamente causato la morte di due bambini e della loro madre ” . Ha sottolineato la necessità di prestare attenzione a risparmiare i civili dai danni e a proteggere civili e bambini.

Sorgente: L’UNIFIL esprime preoccupazione per il “cambiamento” nello scontro a fuoco tra gruppi israeliani e libanesi Notizie delle Nazioni Unite

Please follow and like us:
0
fb-share-icon0
Tweet 20
Pin Share20