0 2 minuti 4 mesi

Il personale dell’esercito siriano è entrato in uno scontro a fuoco con l’esercito americano a est di Deir ez-Zor, utilizzando mitragliatrici pesanti, mortai e artiglieria, hanno riferito i media.
Secondo Al Mayadeen , la sparatoria è iniziata nella zona del fiume Eufrate dopo che l’aviazione americana ha attaccato i quartieri orientali di Deir ez-Zor. Da parte americana partecipano anche le “Forze della Siria democratica” curde, riferisce la TASS.

Secondo Al Mayadeen “sono in corso scontri violenti”. Gli Stati Uniti e le truppe curde combattono da est dell’Eufrate, mentre l’esercito siriano e i suoi alleati combattono da ovest, riferisce RIA Novosti .

Ricordiamo che il segretario alla Difesa americano Lloyd Austin ha annunciato attacchi aerei statunitensi contro obiettivi nella Siria orientale. Allo stesso tempo, il Ministero della Difesa siriano ha riferito che Israele ha effettuato attacchi aerei anche su alcune postazioni militari nel sud del Paese.

L’Agence France-Presse , citando l’Osservatorio siriano per i diritti umani, ha affermato che a seguito degli attacchi americani contro strutture presumibilmente utilizzate da gruppi filo-iraniani, “nove persone che lavoravano per gruppi sostenuti dall’Iran” sono state uccise.

Al Mayadeen riferisce che la Resistenza islamica sciita dell’Iraq ha attaccato una base militare americana vicino al giacimento di gas Koniko nella provincia siriana di Deir ez-Zor la mattina presto in risposta a un attacco missilistico statunitense. È stato riferito che almeno 15 razzi sono stati lanciati questa mattina presto contro una base militare americana vicino al giacimento petrolifero di El Omar.

Fonti Varie

Traduzione: Luciano Lago