0 6 minuti 9 mesi

(foto) Medici palestinesi curano bambini feriti dai bombardamenti israeliani su Gaza all’ospedale Shifa, il 9 ottobre 2023 (Reuters)

Israele è di nuovo su tutte le furie e la popolazione di Gaza si trova ad affrontare un percorso lento e tranquillo verso la cancellazione. Quelli che lo finanziano e lo rendono possibile sono gli Stati Uniti e i loro alleati europei

Sì, i combattenti palestinesi hanno effettuato un brutale attacco nel fine settimana agli insediamenti israeliani ai margini della Striscia di Gaza. Ma questo attacco non è emerso dal nulla, né senza preavviso. Non è stato “non provocato”, come Israele vorrebbe farci credere. 

In effetti, le capitali occidentali sanno esattamente quanto i palestinesi di Gaza siano stati provocati, perché quegli stessi governi sono stati complici per decenni nel sostenere Israele mentre ha effettuato la pulizia etnica dei palestinesi dalla loro patria e imprigionato il resto della popolazione nei ghetti di tutta la loro patria. .

Negli ultimi 16 anni, il sostegno occidentale a Israele non ha vacillato, anche se Israele ha trasformato l’enclave costiera di Gaza dalla più grande prigione a cielo aperto del mondo in una raccapricciante camera di tortura, dove i palestinesi vengono sottoposti a esperimenti.

Il loro cibo e la loro energia sono stati razionati , i beni essenziali alla loro vita sono stati loro negati, il loro accesso all’acqua potabile è stato lentamente rimosso e ai loro ospedali è stato impedito di ricevere forniture e attrezzature mediche.

Il problema non è l’ignoranza. I governi occidentali sono stati informati in tempo reale dei crimini che Israele sta commettendo: in cablogrammi riservati dei funzionari delle loro ambasciate e in infiniti rapporti di gruppi per i diritti umani che documentano il regime di apartheid di Israele sui palestinesi.

Eppure i politici occidentali più e più volte non hanno fatto nulla per intervenire, non hanno fatto nulla per esercitare pressioni significative. Quel che è peggio, hanno premiato Israele con un infinito sostegno militare, finanziario e diplomatico.

“Animali umani”

L’Occidente non è meno responsabile ora che Israele intensifica il suo trattamento barbarico nei confronti di Gaza. Il ministro della Difesa Yoav Gallant ha deciso questa settimana di intensificare l’assedio su Gaza bloccando tutto il cibo e l’elettricità: un crimine contro l’umanità. 

Ha definito la popolazione palestinese in gabbia dell’enclave – uomini, donne e bambini – “ animali umani ”.

La disumanizzazione, come la storia ha dimostrato più e più volte, è il preludio a oltraggi e orrori sempre maggiori. 

Come ha risposto l’Occidente?

Guerra Israele-Palestina: perché l’Occidente si sta radunando attorno all’ultima colonia di coloni

Per saperne di più “

Il presidente Joe Biden ha dichiarato – con approvazione – che è in arrivo una “lunga guerra” tra Israele e Hamas. Washington sembra apprezzare le guerre lunghe, che si rivelano sempre un vantaggio per le sue industrie degli armamenti e una distrazione dai problemi interni. 

Una portaerei americana è in arrivo. I funzionari si stanno già preparando a inviare missili e bombe che verranno utilizzati ancora una volta per uccidere i civili palestinesi dal cielo, così come munizioni per le truppe israeliane per mitragliare le comunità palestinesi durante l’imminente invasione di terra.

E, naturalmente, ci saranno moltissimi finanziamenti extra per Israele – soldi che non potranno mai essere trovati quando ne hanno bisogno i cittadini americani più vulnerabili.

Questi fondi si aggiungeranno ai quasi 4 miliardi di dollari che Washington invia attualmente ogni anno a un governo israeliano di autodichiarati fascisti e suprematisti etnici, il cui obiettivo esplicito è quello di annettere gli ultimi frammenti rimasti del territorio palestinese – non appena potranno ottenere il verde. luce da Washington.

Il primo ministro britannico Rishi Sunak non vuole essere da meno, mentre Israele infligge punizioni collettive ai palestinesi di Gaza e comincia a massacrarli indiscriminatamente, proprio come Hamas ha fatto con i partecipanti alle feste israeliane nel fine settimana. 

Una gigantesca bandiera israeliana illuminata campeggiava sulla facciata della casa più famosa della Gran Bretagna: 10 Downing Street, la residenza ufficiale di Sunak. Il primo ministro ha offerto “assistenza militare” e “intelligence”, presumibilmente per aiutare Israele a bombardare la popolazione ingabbiata di Gaza.

Soffri in silenzio

La verità è che questo momento di catastrofe non avrebbe mai potuto essere raggiunto senza che le potenze occidentali avessero assecondato, sovvenzionato e fornito copertura diplomatica alla brutalità di Israele nei confronti del popolo palestinese, decennio dopo decennio.

Senza un sostegno così incondizionato, e senza la complicità dei media occidentali che rimodellano i furti di terre da parte dei coloni e l’oppressione da parte dei soldati come una sorta di “ crisi umanitaria ”, Israele non avrebbe mai potuto farla franca con i suoi crimini….

Sorgente: Israel-Palestine war: The blood of Gaza is on the West’s hands as much as Israel’s


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.