0 3 minuti 8 mesi

JEDDAH: Martedì Israele ha bombardato la Striscia di Gaza con gli attacchi più  feroci da  75 anni di storia ad oggi, mentre il bilancio delle vittime dell’offensiva a sorpresa di Hamas da entrambe le parti ha superato le 3.000 unità.

Si sa che più di 1.000 israeliani sono morti quando i combattenti militanti hanno attraversato il confine da Gaza, almeno 830 palestinesi sono stati uccisi in quattro giorni di attacchi aerei israeliani di ritorsione, e l’esercito israeliano ha affermato di aver ucciso 1.500 aggressori di Hamas.

 

Palestinesi in fuga dalle loro case durante gli attacchi israeliani viaggiano su un carretto trainato da asini che trasporta le loro cose, a Gaza City, il 10 ottobre 2023. (Reuters)

 

Oltre il muro che separa Israele da Gaza, i soldati israeliani hanno raccolto gli ultimi morti e hanno ripristinato il controllo del confine. Nei cieli sopra Gaza, gli attacchi aerei israeliani si sono intensificati, scuotendo il terreno e inviando colonne di fumo e fiamme nel cielo.

Più di 180.000 abitanti di Gaza sono rimasti senza casa, molti dei quali si accalcano per strada o nelle scuole. Gli attacchi israeliani da sabato hanno distrutto più di 22.600 case e 10 strutture sanitarie e danneggiato 48 scuole.

All’obitorio dell’ospedale Khan Younis, nel sud di Gaza, i corpi sono stati adagiati a terra su barelle con i nomi scritti sul ventre. I medici hanno chiesto ai parenti di raccogliere rapidamente i corpi perché non c’era più spazio.

Un edificio comunale è stato colpito mentre veniva utilizzato come rifugio di emergenza. I sopravvissuti parlano di molti morti. “Nessun posto è sicuro a Gaza, come vedete colpiscono ovunque”, ha detto Ala Abu Tair, 35 anni, che aveva cercato rifugio lì con la sua famiglia dopo essere fuggito da Abassan Al-Kabira vicino al confine.

All’obitorio dell’ospedale Khan Younis, nel sud di Gaza, i corpi sono stati adagiati a terra su barelle con i nomi scritti sul ventre. I medici hanno chiesto ai parenti di raccogliere rapidamente i corpi perché non c’era più spazio.

Un edificio comunale è stato colpito mentre veniva utilizzato come rifugio di emergenza. I sopravvissuti parlano di molti morti. “Nessun posto è sicuro a Gaza, come vedete colpiscono ovunque”, ha detto Ala Abu Tair, 35 anni, che aveva cercato rifugio lì con la sua famiglia dopo essere fuggito da Abassan Al-Kabira vicino al confine.

Sorgente: Gaza bombardment continues into 4th day as Israel forces find 1,500