0 8 minuti 5 mesi

6 cose da ricordare quando si parla della violenza dei coloni israeliani

 

08 agosto 2023

6 cose da ricordare quando si parla della violenza dei coloni israeliani

1. La violenza dei coloni israeliani contro i palestinesi è parte integrante del sistema di apartheid israeliano e del furto della terra palestinese occupata.

  • I coloni, l’esercito e il governo israeliani lavorano fianco a fianco per cacciare i palestinesi dalle loro case e dalle loro terre. Nelle parole del gruppo israeliano per i diritti umani, B’Tselem : “La violenza dei coloni contro i palestinesi è parte della strategia impiegata dal regime di apartheid israeliano, che cerca di impossessarsi di sempre più territorio della Cisgiordania. Lo Stato sostiene e assiste pienamente questi atti di violenza, e i suoi agenti talvolta vi partecipano direttamente”.
  • Nel dicembre 2022, un gruppo di esperti indipendenti in diritti umani delle Nazioni Unite ha rilasciato una dichiarazione in cui condanna la violenza dei coloni e la complicità del governo israeliano e dell’esercito occupante, osservando: “Le prove inquietanti che le forze israeliane spesso facilitano, sostengono e partecipano agli attacchi dei coloni, rendono difficile discernere tra la violenza dei coloni israeliani e quella dello Stato”.

2. I coloni estremisti occupano posizioni di potere nel governo israeliano e condonano e incoraggiano la violenza dei coloni contro i palestinesi.

  • Il governo israeliano include famigerati estremisti e coloni in posizioni di rilievo, in particolare il Ministro della Sicurezza Nazionale Itamar Ben-Gvir e il Ministro delle Finanze Bezalel Smotrich. Ben-Gvir, che controlla la polizia interna israeliana e la polizia paramilitare di frontiera nella Cisgiordania occupata, vive in uno degli insediamenti israeliani più radicali della Cisgiordania e ha una lunga storia di incitamento al razzismo e alla violenza contro i palestinesi, compresa una condanna per sostenere un’organizzazione terroristica.
  • Nell’agosto 2023, Ben-Gvir ha elogiato un colono che ha ucciso un palestinese di 19 anni, definendolo un “ eroe ”. Nel giugno 2023, ha difeso i giovani coloni che imperversavano in Cisgiordania attaccando i palestinesi e dando fuoco alle loro case e automobili, definendoli “ dolci ragazzi” . “ Fino a poco tempo fa , per molti anni Ben-Gvir aveva appeso in un posto d’onore nella sua casa una foto incorniciata del colono nato negli Stati Uniti che massacrò 29 palestinesi a Hebron, in Cisgiordania, nel 1994. Vedi qui per ulteriori informazioni su Ben-Gvir e Smotrich)

3. Da decenni i coloni israeliani conducono una campagna di terrore contro i palestinesi, ma negli ultimi anni il numero degli attacchi è aumentato.

  • La violenza dei coloni è stata intrinseca all’attività di insediamento israeliano sin dal suo inizio negli anni ’70 . Negli anni ’80, i coloni terrorizzarono i palestinesi con una serie di bombardamenti e sparatorie che uccisero e mutilarono numerose persone, tra cui il prendere di mira i sindaci delle città palestinesi e un complotto per far saltare in aria il complesso della Moschea del Nobile Santuario a Gerusalemme Est. Nel singolo caso più mortale di violenza da parte dei coloni, nel 1994 un colono nato a Brooklyn sparò e uccise 29 palestinesi mentre pregavano nella Moschea Ibrahimi a Hebron.
  • Dal 2017, il numero di attacchi dei coloni contro i palestinesi è aumentato ogni anno. Nell’agosto 2023, le Nazioni Unite hanno messo in guardia da un drammatico aumento della violenza dei coloni , con quasi 600 attacchi registrati nei primi sei mesi dell’anno, con una media di 99 incidenti ogni mese, un aumento di quasi il 40% rispetto alla media mensile nel 2022. ha inoltre affermato che almeno 399 palestinesi di sette comunità sono stati sfollati con la forza dalle loro case a causa della violenza dei coloni , comprese tre comunità che sono state completamente abbandonate per paura di attacchi da parte dei coloni.

4. Molti coloni israeliani sono fanatici religiosi pesantemente armati che credono di avere un diritto biblico esclusivo su tutta la Palestina/Israele.

  • Molti dei coloni più estremi e violenti sono estremisti ebrei messianici che credono che tutta la terra in Palestina/Israele sia stata data loro da Dio. Importanti rabbini dei coloni di destra sul libro paga del governo incitano abitualmente al razzismo contro i palestinesi e hanno condonato l’omicidio di palestinesi, compresi i bambini. Dopo il massacro di 29 palestinesi da parte di un colono a Hebron nel 1994, il rabbino Dov Lior , che rimane una figura molto influente tra i coloni estremisti – incluso il ministro della Sicurezza nazionale Itamar Ben-Gvir – ha elogiato l’assassino come “un martire più santo di tutti i santi martiri di Hebron”. l’Olocausto.”

5. I gruppi di coloni estremisti ricevono ogni anno milioni di dollari in donazioni deducibili dalle tasse da organizzazioni di beneficenza registrate negli Stati Uniti.

  • Gruppi come il Fondo Centrale di Israele con sede a New York inviano ogni anno milioni di dollari in donazioni deducibili dalle tasse a molti degli elementi più pericolosi e violenti del movimento dei coloni. Tra gli altri, finanziano un gruppo che fornisce sostegno legale e finanziario agli estremisti ebrei che sono stati accusati e condannati per omicidio e altri attacchi violenti contro palestinesi e israeliani liberali; e una scuola religiosa in un insediamento della Cisgiordania dove vivono alcuni dei coloni più violenti e i cui direttori hanno pubblicato un libro che condonava l’assassinio di palestinesi, compresi i bambini . Il libro recita in parte : “c’è motivo di fare del male ai bambini se è chiaro che cresceranno per farci del male”.Ha concluso che l’ingiunzione “Non uccidere” si applica solo “a un ebreo che uccide un ebreo”.
  • Nel maggio 2023, un parlamentare dello stato di New York ha presentato un disegno di legge intitolato “Non a nostro carico!: Porre fine a New York al finanziamento della violenza dei coloni israeliani” come parte di uno sforzo per impedire alle organizzazioni registrate 501(c)(3) con sede a New York di sovvenzionare i coloni israeliani e i crimini che commettono contro i palestinesi.

6. Tutti gli insediamenti israeliani sono palesemente illegali secondo il diritto internazionale e violano la politica statunitense di lunga data.

  • L’attività di insediamento di Israele è illegale secondo il diritto internazionale ed è stata ripetutamente condannata come tale dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite , dalla Corte Internazionale di Giustizia e dalle organizzazioni per i diritti umani . Secondo Amnesty International: “La politica di Israele di insediare i suoi civili nei territori palestinesi occupati e di sfollare la popolazione locale contravviene alle norme fondamentali del diritto umanitario internazionale”.
  • L’iniziativa di insediamento di Israele viola inoltre la politica ufficiale statunitense di lunga data e ha gravemente compromesso gli sforzi degli Stati Uniti e della comunità internazionale per raggiungere la pace nella regione basata sulla creazione di uno stato palestinese indipendente nei territori occupati come parte di una “soluzione a due Stati”. “

Sorgente: 6 cose da ricordare quando si parla della violenza dei coloni israeliani | IMEU

Rispondi