0 3 minuti 5 mesi

Gli scontri tra le forze guidate dai curdi e i miliziani arabi nella Siria orientale vanno avanti da settimane, causando la morte di molte persone nel contesto delle tensioni nella Siria colpita dal conflitto.

 

Il coprifuoco sarebbe stato imposto nelle città situate nella zona di Deir az-Zour

Le forze guidate dai curdi, sostenute dagli Stati Uniti, hanno imposto un coprifuoco dopo che gli scontri sono scoppiati di nuovo lunedì nella Siria orientale , dove i loro combattenti avevano combattuto per settimane con miliziani arabi rivali, hanno riferito media e attivisti siriani.

I combattimenti nella regione  hanno messo in luce punti pericolosi in una coalizione che per anni ha tenuto sotto controllo lo sconfitto gruppo Stato Islamico

.I rapporti affermano che le forze democratiche siriane hanno imposto la misura a tempo indeterminato in diverse città della provincia di Deir az-Zour, inclusa la città di Dhiban, vicino al confine iracheno dove hanno sede gli americani. Centinaia di soldati americani sono lì dal 2015 per combattere il gruppo militante Stato Islamico. La provincia ricca di petrolio ospita i più grandi giacimenti petroliferi della Siria.Al Mayadeen , una stazione collegata a Hezbollah, ha detto che diversi combattenti delle forze guidate dai curdi sono stati uccisi dopo che i miliziani arabi hanno preso il controllo di diverse parti di Dhiban lunedì. L’Osservatorio siriano per i diritti umani, con sede in Gran Bretagna, ha affermato che alcuni combattenti arabi provenivano da aree controllate dal governo.I media locali della provincia hanno riferito che alcuni combattenti curdi erano fuggiti dall’area mentre gli scontri si intensificavano. Non ci sono stati ulteriori dettagli.IMPARENTATOBambino ucciso a Deir az-Zour durante gli scontri tra SDF e milizie arabeMENAIl nuovo bastone araboLe forze guidate dai curdi hanno accusato il regime siriano di incitare alla violenza consentendo ai miliziani arabi rivali di attraversare il fiume Eufrate. Gli scontri sono scoppiati per la prima volta alla fine di agosto, quando due settimane di combattimenti hanno ucciso 25 combattenti curdi, 29 membri di gruppi tribali arabi e uomini armati, nonché nove civili, secondo le Forze democratiche siriane.Il regime siriano di Damasco vede le forze guidate dai curdi come combattenti secessionisti e ha denunciato la loro alleanza con gli Stati Uniti nella guerra contro l’Isis e la loro enclave autogovernata nella Siria orientale.Nel frattempo, la Turchia, che ha truppe in Siria, e i gruppi di opposizione sostenuti dalla Turchia nel nord-ovest della Siria, si scontrano regolarmente con le Forze Democratiche Siriane a guida curda.

Sorgente: Le SDF, sostenute dagli Stati Uniti, impongono il coprifuoco nella Siria orientale dopo gli scontri