0 3 minuti 10 mesi

“Il regime di Kiev ha sentenziato: il nostro omicidio è imminente”. L’appello alla mobilitazione dei fratelli Kononovich

“Ci saranno due scenari o la prigione o il nostro omicidio, tertium non datur.” Lo dichiarava Mikhail Kononovich, uno dei leader del Partito Comunista Ucraino (KPU) insieme al fratello Aleksander a l’AntiDiplomatico in un’intervista rilasciata a Clara Statello il 30 giugno. I fratelli Kononovich sono vittime di un processo kafkiano, una persecuzione che non lascia molto scampo alle speranze.

Riceviamo, diffondiamo e per questo chiediamo la massima diffusione di questo appello che ci è giunti e che testimonia l’urgenza per la tutela della loro incolumità fisica. Il momento dell’azione è adesso.

————————

Appello

Compagni, per favore aiutateci. L’appello dei fratelli Kononovich ai comunisti e antifascisti d’Europa 

Noi fratelli Kononovich, comunisti e antifascisti ucraini facciamo appello alla Federazione Mondiale della Gioventù Democratica, comunisti, a tutta la sinistra e agli antifascisti d’Europa e del Mondo.

Dichiariamo ufficialmente che il regime di Zelensky prepara il nostro assassinio. 

Il regime, attraverso le mani dell’agente di polizia Yevgeny Kravchuk, ci ha avvertito pubblicamente e ripetutamente del nostro imminente omicidio. Il poliziotto ha pubblicato appelli all’omicidio su Facebook e sta diffondendo attivamente il nostro indirizzo di residenza, sapendo che siamo agli arresti domiciliari e non possiamo andare da nessuna parte, quindi siamo in trappola.

Solo su suggerimento delle autorità, un agente di polizia in carica può fare tali dichiarazioni e appelli in pubblico, senza temere nessuna conseguenza. 

Con questo, siamo ufficialmente dichiarati fuorilegge e mettiamo in chiaro che non accadrà nulla a nessuno per il nostro omicidio. Questa è la pratica degli anni ’30 del XX secolo nella Germania nazista, dove comunisti e antifascisti furono messi fuori legge.

Il regime di Zelensky vuole organizzare un’esecuzione dimostrativa.

Compagni, vi chiediamo di organizzare azioni di protesta presso le ambasciate e i consolati dell’Ucraina, gli uffici di rappresentanza dell’Unione Europea, l’OSCE e altre autorità e organizzazioni internazionali per tenere picchetti chiedendo che le autorità ucraine “impediscano l’uccisione dagli anti- fascisti Kononovich. Vi chiediamo di sostenerci e impedire il nostro assassinio da parte del regime di Zelensky.

Sorgente: “Il regime di Kiev ha sentenziato: il nostro omicidio è imminente”. L’appello alla mobilitazione dei fratelli Kononovich – Crisi in Ucraina – L’Antidiplomatico

Please follow and like us:
0
fb-share-icon0
Tweet 20
Pin Share20