0 4 minuti 1 anno

25 maggio 2023 alle 15:08 | Pubblicato in: Organizzazioni Internazionali , Israele , Medio Oriente , Attualità , Palestina , ONU

Le forze israeliane adottano misure di sicurezza nell'area, l'11 aprile 2023 a Nablus, in Cisgiordania [Nedal Eshtayah - Anadolu Agency]

Le forze israeliane adottano misure di sicurezza nell’area, l’11 aprile 2023 a Nablus, in Cisgiordania [Nedal Eshtayah – Anadolu Agency]
pulsante di condivisione facebook
pulsante di condivisione di Twitter
pulsante di condivisione reddit
pulsante di condivisione di whatsapp
pulsante di condivisione e-mail
condividi questo pulsante di condivisione

La Knesset israeliana ha approvato ieri il nuovo bilancio statale per i prossimi due anni che include l’investimento di 3,5 miliardi di shekel (941 milioni di dollari) nell’espansione degli insediamenti israeliani nella Cisgiordania occupata.

Secondo il Times of Israel, la maggior parte dei fondi andrà alla pavimentazione di nuove strade e al miglioramento di quelle esistenti, comprese le autostrade per aggirare le aree palestinesi che segregano ulteriormente coloni israeliani e palestinesi.

Inoltre, centinaia di milioni di shekel sono stati stanziati per approvare insediamenti illegali che non hanno mai ricevuto l’autorizzazione del governo.

I fondi totali del budget stanziato per ammodernare e pavimentare nuove strade nella Cisgiordania occupata sono stati concordati tra il ministro delle finanze israeliano Bezalel Smotrich e il ministro dei trasporti Miri Regev.

Da questo importo hanno deciso di stanziare una somma di 134 milioni di dollari per l’ampliamento di una strada tra l’insediamento di Ariel e Tapuach Junction nel nord della Cisgiordania; 98 milioni di dollari per migliorare la strada di accesso all’area del consiglio regionale di Beit El.

LEGGI:  ​​Israele impone una tassa del 65% ai gruppi per i diritti umani che criticano lo stato di occupazione

Hanno anche concordato di contribuire con 81 milioni di dollari dal budget per finanziare una nuova strada tra l’insediamento illegale di Migron e Qalandia a nord di Gerusalemme, che aggirerà il campo profughi di Qalandia e confischerà migliaia di acri di terre di proprietà palestinese. Inoltre, altre centinaia di milioni sono stati stanziati per le strade dentro e intorno a Gerusalemme est.

L’investimento rappresenta il 25% del budget del ministero dei Trasporti per le infrastrutture stradali dell’intero paese, ha riferito il Times of Israel, nonostante la popolazione degli insediamenti illegali rappresenti solo il 5% dei quasi dieci milioni di cittadini israeliani.

Smotrich ha celebrato il bilancio approvato dalla Knesset israeliana come “eccellente”.

Nel frattempo, Yoni Mizrachi, un ricercatore di Peace Now, ha dichiarato: “Tutti i governi israeliani danno la priorità agli insediamenti in Cisgiordania nel bilancio, ma questo governo è andato anche oltre e ha preso denaro dai fondi fondamentali e lo ha dato a un piccolo gruppo che vive nel Cisgiordania che in un accordo politico con i palestinesi Israele lascerà”.

“Stiamo assistendo a uno sforzo per approfondire la presenza di Israele in Cisgiordania”, ha aggiunto.

Il 30 marzo, il Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite ha discusso un rapporto sugli insediamenti e le loro ripercussioni sui diritti del popolo palestinese, presentato dall’Alto Commissario per i Diritti Umani, Volker Turk.

Nel suo rapporto, Turk ha sottolineato che “il numero di coloni israeliani in Cisgiordania, compresa Gerusalemme, è aumentato da 520.000 a più di 700.000 nell’ultimo decennio”.

Il rapporto ha documentato l’esistenza di una relazione tra l’espansione degli insediamenti israeliani e gli attacchi dei coloni contro i palestinesi nell’ultimo decennio, osservando che le Nazioni Unite hanno verificato 3.372 episodi di violenza da parte dei coloni, che hanno provocato il ferimento di 1.222 palestinesi.

Sorgente: Israel allocates $941m from state budget to expand, upscale illegal settlements – Middle East Monitor


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.