0 5 minuti 1 anno

In cinque mesi di governo Meloni, con le sue dichiarazioni la ministra alla Famiglia è spesso finita nelle polemiche

Dall’aborto “che non è un diritto”, anzi, “purtroppo è una libertà delle donne”, fino alla maternità surrogata “pratica razzista” che produce “il mercato dei bambini”. La ministra alla Famiglia, alla Natalità e alle Pari Opportunità, Eugenia Roccella, in cinque mesi di governo Meloni con le sue dichiarazioni è spesso finita nel ciclone delle polemiche. Attaccata dalle opposizioni e non solo. Criticata da giuristi e famiglie arcobaleno.

Roccella è figlia di Franco, tra i fondatori del Partito radicale. Sessantotto anni, portavoce del primo Family Day nel 2007, impegnata sui temi bioetici e contraria alla maternità surrogata perché “il liberalismo procreativo è solo mercato”. Ora dopo cinque anni di assenza è tornata in Parlamento rilasciando dichiarazioni su temi delicati che stanno facendo discutere.

Prima dell’incarico nel governo guidato da Giorgia Meloni, in passato Roccella si era fatta conoscere per una carrellata di dichiarazioni contro la pillola RU 486, contro le unioni civili, contro la procreazione assistita, contro il piano Lgbt+ approvato da Draghi in uno degli ultimi Consigli dei ministri del suo governo.

L’aborto non è un diritto

“L’aborto non un diritto”, è sbottata nell’estate scorsa. Per poi ribadire il concetto e rincarare la dose in un’intervista al Foglio, pochi mesi dopo: “Le femministe non hanno mai considerato l’aborto un diritto. L’aborto è il lato oscuro della maternità“.

“Purtroppo sì, l’aborto è una libertà delle donne”

Ancora ospite di un programma televisivo. Serena Bortone le domanda: “L’aborto fa parte di una delle libertà delle donne?”. Risposta della ministra: “Purtroppo sì e non è una bella cosa. Non lo consideravo una bella cosa neanche quando combattevo per avere una legge. La 194 è una buona legge molto equilibrata però le donne non sono felici di abortire”.

Maternità surrogata

La maternità surrogata è un tema che sta animando il dibattito politico di queste ultime settimane. Scoppiato dopo il veto della destra ai diritti dei figli di coppie gay con lo stop al certificato di filiazione europeo. In tv ospite di Lucia Annunziata – a cui è scappata una parolaccia in diretta – Roccella prima ha difeso le parole di Fabio Rampelli, secondo cui le coppie che chiedono la trascrizione all’anagrafe di bimbi nati da maternità surrogata “spacciano quei bambini per propri figli“. E poi ha ribadito la linea del governo: “La maternità surrogata apre a un mercato di bambini” e per questo, dunque, “bisogna renderla un reato universale”, perseguibile anche a chi si rivolge all’estero dal momento che in Italia è vietata.

“La maternità surrogata è una pratica razzista”

Fino a ieri. Un nuovo attacco alle famiglie arcobaleno. “Il bimbo ha diritto a una mamma e un papà”, dice in tv questa volta su Rete 4 “Nella maternità surrogata ci sono due donne: una dà gli ovociti, l’altra è il vero utero in affitto che deve avere altri requisiti come aver già partorito ed essere in buona salute – dice a Zona bianca – Si sceglie chi dà l’ovocita attraverso una sorta di selezione della razza: la donna deve essere alta, bella, bionda, generalmente è dell’Est, l’ovocita di una donna nera costa molto meno di una donna bianca, con connotazioni evidentemente razziste“.

Adozioni coppie gay

Ma sulla gravidanza per altri la ministra si è sempre espressa: “Non è vero che noi siamo contro le unioni civili, la verità è che siamo contrari alla seconda parte della legge, in cui si apre all’utero in affitto“. Ma nel mirino finiscono anche le adozioni da parte delle coppie omosessuali. “Lì si parte semplicemente dal miglior interesse del bambino: le adozioni sono difficili e va tutelato l’interesse del bambino. Lei quale pensa che sia il miglior interesse?”. E sulla stepchild adoption replica: “Sono contraria: penso che un bambino debba avere una madre e un padre”.

Sorgente: L’aborto? “Non è un diritto”, la maternità surrogata? “Pratica razzista”. Il ciclone Roccella contro femministe e coppie arcobaleno – la Repubblica


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.