0 3 minuti 1 anno

Il Pentagono ha diviso il contratto di cloud computing da 9 miliardi di dollari tra i giganti tech Google, Oracle, Amazon e Microsoft dopo l’annullamento del precedente contratto Jedi (assegnato in esclusiva al colosso di Redmond). Fatti, numeri e approfondimentiIl Pentagono non scontenta nessuna big tech sul cloud.Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha suddiviso un contratto da 9 miliardi di dollari per i servizi di cloud computing tra Google, Oracle, Amazon e Microsoft per la Joint Warfighting Cloud Capability (Jwcc). Jwcc è il successore multi-cloud della Joint Enterprise Defense Infrastructure (Jedi), progetto di modernizzazione IT per costruire un grande cloud commerciale comune per il DoD.Nel 2020, il Pentagono ha dichiarato di voler rivalutare la sua decisione di aggiudicare l’accordo a Microsoft. E ha formalmente annullato il contratto Jedi lo scorso anno, ricominciando da capo con una nuova gara nell’ambito del Jwcc. “Mentre l’amministrazione Trump voleva concentrare il programma di cloud computing sotto un unico fornitore, l’amministrazione di Joe Biden ha scelto di suddividerlo in più gruppi come fanno molte aziende del settore privato” osserva il Financial Times.Stavolta, l’idea è di fare affidamento su più cloud pubblici, anziché su uno solo, come previsto dal precedente progetto Jedi.Tutti i dettagli.I CONTRATTI SEPARATI ASSEGNATI A GOOGLE, AMAZON, ORACLE E MICROSOFTIl 7 dicembre il Pentagono ha assegnato un appalto multiplo composto da quattro contratti con un tetto condiviso di 9 miliardi di dollari per la sua dorsale chiave di cloud computing militare, la Joint Warfighting Cloud Capability (JWCC).I contratti separati sono validi fino al 2028 e forniranno al Dipartimento della Difesa servizi cloud a livello aziendale e disponibili a livello globale in tutti i domini di sicurezza e livelli di classificazione.Questo accordo potrebbe mettere i militari più in linea con le aziende del settore privato, molte delle quali suddividono il loro lavoro di cloud computing tra più fornitori.DOPO L’ANNULLAMENTO DELLA GARA PER IL PROGRAMMA JEDIL’iniziativa Joint Warfighter Cloud Capability, o JWCC, rappresenta un nuovo percorso per le forze armate statunitensi che farebbero affidamento su più fornitori di servizi cloud, piuttosto che su uno solo. Questa era la strategia che il Pentagono aveva inizialmente cercato di utilizzare con il contratto JEDI (Joint Enterprise Defense Infrastructure). Il Pentagono aveva assegnato il contratto a Microsoft nel 2019, un accordo potenzialmente del valore di 10 miliardi di dollari in 10 anni.

Sorgente: Ecco come il Pentagono accontenta Google, Amazon, Oracle e Microsoft sul cloud – Startmag