Usa: stupro di bambine cambogiane, ex marine condannato a 210 anni – La Stampa

Usa: stupro di bambine cambogiane, ex marine condannato a 210 anni – La Stampa

15 Febbraio 2022 0 Di Luna Rossa

L’uomo, 68 anni, è stato giudicato colpevole di aver aggredito sessualmente e drogato le sue vittime tra i 9 e 12 anni

Un ex capitano della marina Usa ritenuto colpevole di aver violentato delle bambine cambogiane è stato condannato a 210 anni di prigione. Michael Joseph Pepe, 68 anni, è stato condannato dal tribunale federale di Los Angeles in un nuovo processo con nuove accuse dopo che la precedente condanna era stata annullata in appello nel 2018. Ieri l’uomo – in custodia federale dal 2007 – è stato giudicato colpevole di aver aggredito sessualmente e drogato le sue vittime, che al momento dell’abuso avevano tra i 9 e i 12 anni. Il giudice distrettuale Dale S. Fisher ha definito le azioni di Pepe “mostruose” e “orribili”, sottolineando come ciò che l’ex marine ha fatto alle ragazze preadolescenti è una “tortura”.

Durante il processo nell’agosto scorso, otto vittime arrivate negli Usa dalla Cambogia hanno testimoniato che Pepe le ha violentate, drogate, legate e picchiate a Phnom Penh quando erano minorenni (alcune avevano appena 9 anni). L’uomo di Oxnard, in California, ha detto che lavorava part-time in una università cambogiana quando è stato arrestato da funzionari locali nel 2006 e poi portato negli Stati Uniti. Condannato due anni dopo per sette capi di imputazione, la sentenza non è arrivata sino al 2014 per una controversia rivelata dai pubblici ministeri. Quindi, è stata annullata nel 2018, ma dopo un nuovo processo l’uomo è stato ritenuto colpevole di aver viaggiato all’estero con l’intento di avere rapporti sessuali con minorenni.

 

Sorgente: Usa: stupro di bambine cambogiane, ex marine condannato a 210 anni – La Stampa