il manifesto del 28.01.2022 – il manifesto

il manifesto del 28.01.2022 – il manifesto

28 Gennaio 2022 0 Di Luna Rossa

Alla quarta votazione il centrodestra si astiene, va in minoranza e dalle urne sale la richiesta del Mattarella bis. Salvini non sa più che pesci pigliare, ripropone Frattini, già bocciato dal Pd, e lancia Massolo. Tajani va a colloquio da Draghi mentre si continuano a bruciare candidati

Parte nell’urna l’operazione Mattarella

Andrea Fabozzi

Fronda organizzata nel Pd, nei 5 Stelle e nel misto. Al presidente uscente 166 voti, solo del centrosinistra. Anche Conte costretto a prenderne atto, mentre il gruppo dem prova a contenere i danni organizzando la sorveglianza dei grandi elettori. Dal Colle nessun segnale, ma si va verso un doppio voto al giorno e salirà lo stress per la mancata soluzione

Italia

La Consulta: «Riformare subito le Rems»

Eleonora Martini

Monito al legislatore sulle Residenze per l’esecuzione nelle misure di sicurezza che hanno sostituito gli Ospedali psichiatrici giudiziari. Devono sottostare a leggi dello Stato (non regionali) e va coinvolta anche la Giustizia

Dramma operaio alla Bosch di Bari: 700 esuberi

Roberto Ciccarelli

La prospettiva di una smobilitazione produttiva giustificata con la transizione all’auto elettrica. I sindacati hanno chiesto un tavolo al ministero dello sviluppo. Ma in Italia c’è qualcuno capace di gestire politicamente questa fase?

Europa

La sinistra francese spaccata va alla Primaria popolare

Anna Maria Merlo

Al voto fino a domenica i 467mila iscritti alla piattaforma per scegliere il candidato all’Eliseo. Indette online su iniziativa di due cittadini, vedono in corsa sette concorrenti, ma in tre (Jadot, Mélenchon e Hidalgo) le rifiutano

Internazionale

Hariri terminale degli interessi delle monarchie del Golfo

Michele Giorgio

Il boicottaggio delle elezioni di maggio annunciato dall’ex premier sunnita è avvenuto mentre i paesi del Golfo pongono 12 condizioni per riallacciare pieni rapporti con il paese dei cedri, a cominciare dall’estromissione di Hezbollah dal sistema politico libanese

Brevi dal mondo: Usa, Siria, Tonga, Cile

Redazione esteri

Un detrito di Space X colpirà la luna. Hasakah festeggia la vittoria sull’Isis. Aiuti Covid free da Uk e Australia per Tonga. Cile, l’esercito resta nelle regioni ribelli. Un’afroamericana alla Corte Suprema

Sulla Nato a Est è scontro aperto

Luigi De Biase

Il ministro russo Lavrov: «Documento Usa minimale». Kiev: positivo il vertice di Parigi su accordi di Minsk. Putin incontrerà l’atlantico Erdogan. E la Duma discute forniture di armi al Donbass

Europa

È stata fondata in Germania la succursale di Gazprom

Sebastiano Canetta

Cade l’ultimo ostacolo tecnico e sparisce il motivo alla base dello stop all’infrastruttura ordinato lo scorso novembre dall’Agenzia federale delle reti. Ma all’apice della crisi ucraina la parola d’ordine rimane prudenza. Anche se lo scongelamento del piano appare ormai solo questione di tempo

Commenti

Storicamente siamo coinvolti, ora scegliamo la pace

Giovanni Russo Spena

Come è stato rimosso il racconto delle truppe coloniali italiane in Africa, è stata del tutto rimossa la ferocia delle italiche truppe in Ucraina. Sotto il comando militare nazista, sul fronte russo-ucraino, vi furono le truppe italiane con precisi compiti di repressione della resistenza partigiana, di massacro di ebrei e rom, ma anche di conquista permanente e di uso del territorio come «fecondo granaio italiano». Ma il passato della guerra in Ucraina si collega con il presente

Cultura

Dentro la lettura e le sue metamorfosi

Maria Teresa Carbone

Intervista al direttore della rivista specializzata «Publishing Perspectives». Oggi ospite al Seminario della Scuola per librai Umberto e Elisabetta Mauri intitolato «Il nuovo futuro». «L’atto del leggere è lo scambio forse più intimo che si possa avere tra le idee di un creatore e l’immaginazione di una persona. Così diamo vita nella nostra testa a un mondo. Durante la pandemia, le vendite online hanno permesso a diversi segmenti del settore di funzionare anche quando le librerie erano chiuse. E non parlo solo di ebook e audiolibri»

Sorgente: il manifesto del 28.01.2022 – il manifesto