Bandiera rossa – Bandiera nera

18 Ottobre 2021 0 Di Luna Rossa
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot

Ascanio Celestini

Da un po’ di giorni c’è un pezzo di paese antifascista che punzecchia la Meloni: “Dicci che sei contro il fascismo, dicci che Mussolini era un criminale, dicci che il regime è stato una montagna di vomito, dicci…”
Lei si infuria, arriva a chiedere di vedere 100 ore di video girate da Fanpage.it
(come se avesse davvero il tempo tra una passerella e l’altra),
ma non può evitare di proclamarsi democratica.
Arriva persino a dichiarare «Mi sono stufata, il governo sciolga pure Forza Nuova».
Poteva dichiarare il contrario?
Poteva difendere la repubblichina di #Salò?
Oppure qualcuno si aspettava che avrebbe fatto il saluto romano?
Ieri era l’anniversario del rastrellamento degli ebrei del ’43. E la Meloni l’ha facilmente ricordato sulle sue pagine Facebook e Twitter.
Qualche ora dopo nelle stesse pagine compare la foto di una bandiera con la falce e il martello.
“Nella manifestazione contro tutti i fascismi e gli estremismi sventola la bandiera dell’Unione Sovietica, ovvero uno dei regimi più sanguinari della storia dell’umanità. Alè”… così scrive accanto alla foto.
Questa ennesima querelle ha prodotto il solito risultato: zero a zero.
Invece di prendere atto del fatto che il fascismo non è finito il 25 luglio del ’43 o il 25 aprile del ’45, ma è stato risarcito con l’anticomunismo del dopoguerra
rigenerato col mito di Salò
si è esercitato in almeno tre colpi di stato,
nelle stragi
e nell’alleanza con le mafie…
Insomma: invece di fare seriamente i conti col passato, la si butta in caciàra fingendo che è solo una questione di par condicio.
Si fa il solito giochino degli opposti estremismi.
No!
Studiate la storia!
Il fascismo è stata una dittatura.
I comunisti hanno fatto la Resistenza e il PCI è stato un partito democratico.
I fascisti venivano amnistiati, mentre si sparava sui contadini di Melissa e sugli operai di Modena e Reggio.
Sono due album di famiglia completamente diversi.
Berlinguer non è Almirante
Gramsci non è Mussolini
____________
ps
Chissà se la Meloni è a conoscenza del fatto che Di Vittorio è stato uno dei pochissimi comunisti occidentali a dissentire quando l’URSS invase l’Ungheria?

Sorgente: Facebook

seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot