La diffusione del Covid in Europa: la prima mappa con i nuovi criteri decisi dall’Ue – la Repubblica

La diffusione del Covid in Europa: la prima mappa con i nuovi criteri decisi dall’Ue – la Repubblica

16 Ottobre 2020 0 Di marco zinno

BRUXELLES – Ecco la prima mappa che mostra la diffusione del Covid in Europa con i nuovi criteri comuni decisi martedì scorso dai governi dall’Unione. La cartina è stata pubblicata oggi dal Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (Ecdc) dopo che due giorni fa i ministri dei Ventisette riuniti nel Lussemburgo, su proposta della Commissione Ue, hanno deciso di armonizzare i criteri con i quali definire una regione rossa, arancione, grigia o verde.

Le persone in arrivo dalle zone verdi non potranno essere sottoposte ad alcuna restrizione in altre aree dell’Unione. Un Paese può pero introdurre le misure di cautela (tamponi o quarantena) per chi arriverà da aree arancioni o rosse. L’Ecdc e la Commissione europea aggiorneranno la mappa ogni giovedì. La cartina mira a fare chiarezza a beneficio dei cittadini che si vogliono spostare in Europa e a evitare decisioni arbitrarie su chiusure delle frontiere o su imposizione di tamponi o quarantene. Un precedente è quello dell’Ungheria, che ha serrato i confini per tutti tranne che per Polonia e Repubblica Ceca, in realtà tinte di rosso. Scelta per Bruxelles arbitraria e discriminatoria.

Tutte le mappe e i grafici della pandemia

Nelle zone verdi i contagi sono sotto ai 25 casi su 100mila persone e il tasso di positività dei test inferiore al 4%; in quelle arancioni i contagiati sono sotto i 50 su 100mila e il tasso superiore al 4% oppure i contagiati sono tra i 25 e i 150 ma i tamponi positivi sono sotto al 4%; in quelle grigie o ci sono informazioni insufficienti o i rating dei test sono inferiori ai 300 casi su 100mila; in quelle rosse i casi sono sopra i 50 e i test positivi sopra al 4% oppure i casi sono sopra i 150 su 100mila.

Sorgente: La diffusione del Covid in Europa: la prima mappa con i nuovi criteri decisi dall’Ue – la Repubblica

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •