Attentato Nizza, Lamorgese: “Nessuna responsabilità da parte nostra”

Attentato Nizza, Lamorgese: “Nessuna responsabilità da parte nostra”

30 Ottobre 2020 0 Di Luna Rossa

”Responsabilità non ce n’è da parte nostra”. Lo ha detto il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese parlando al Viminale sull’attentato di Nizza, spiegando che “il tunisino che ieri ha assassinato tre persone non era stato segnalato né dalle autorità tunisine né risultava segnalato dall’intelligence”. “Il tunisino è entrato a Lampedusa tramite uno sbarco autonomo il 20 settembre scorso e successivamente il 9 ottobre è stato destinatario di un decreto di respingimento con ordine del questore di abbandonare il territorio nazionale”, ha detto il ministro dell’Interno.

”Questo è il momento di fermarci con queste polemiche, essere vicini a vari paesi europei perché questo è un attacco all’Europa. Non dimentichiamo che Lampedusa, l’Italia, è la porta d’Europa”, ha poi affermato Lamorgese, sottolineando che “in passato devo dire che casi analoghi purtroppo si sono verificati e allora mi chiedo come mai le forze di opposizione, che oggi si sono scusate con la Francia, a cui io manifesto tutta la mia solidarietà, come mai non hanno ritenuto di scusarsi in altri casi gravi che si sono verificati. E parlo degli attentati alla metropolitana di Londra, London Bridge nel 2017 e l’attentato alla Rambla del 17 agosto 2017”.

Infine il ministro dell’Interno evidenzia di aver “sentito che si parla dei decreti sicurezza che noi avremmo modificato ma voglio anche dire che i decreti sicurezza hanno creato insicurezza: 20mila persone sono dovute uscire dall’accoglienza da un giorno all’altro e noi come governo abbiamo fatto un progetto proprio tenendo presente quella che era l’esigenza di sicurezza del nostro paese e non disperdendo tutti sul territorio nazionale. Perché potessero rimanere nei Cas per un periodo limitato ma comunque perché rimanessero sotto i radar della forze di polizia”.

Sorgente: Attentato Nizza, Lamorgese: “Nessuna responsabilità da parte nostra”

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •