il manifesto del 01.05.2020 – il manifesto

il manifesto del 01.05.2020 – il manifesto

1 Maggio 2020 0 Di Luna Rossa

Oltre 28 mila contagi e 98 morti, la metà infermieri. Nel rapporto Inail la strage sul lavoro al tempo del coronavirus. Ma è solo il 40% degli infortuni. L’Istat: boom degli inattivi. La festa del Primo maggio a San Giovanni e a Taranto: piazze vuote e concerti virtuali. Economie a picco in Europa. L’Onu: nel mondo 300 milioni di posti di lavoro bruciati dalla crisi

Pandemia

Le scoperte di questo Primo Maggio

Luciana Castellina

Quanto c’è oggi di più pericoloso è l’idea che allontanato il virus si possa ricominciare come prima. Dovrà cambiare la produzione e quindi il lavoro. Qualcosa di così difficile che potrebbe portare a una drammatica disoccupazione. Il tempo che ci attende riproporrà uno scontro di classe di una durezza che forse non abbiamo ancora mai sperimentato

Commenti

Il primo maggio e le tre pandemie in corso

Vandana Shiva

L’attivista ambientalista Vandana Shiva evidenzia il sovrapporsi di tre crisi: economica, alimentare e sanitaria. In occasione del primo maggio arriva la sua esortazione a gettare le basi per una convivenza solidale e democratica ovunque nel mondo

A giugno parte la nuova Alitalia nazionalizzata

Massimo Franchi

Il commissario Leogrande ha annunciato due newco – una per la parte regionale – mentre i lavoratori dell’handling rimarranno nella bad company. Cuscito (Filt Cgil): occasione strategica anche per i conti dello stato

Europa

Voli a terra, pioggia di aiuti di stato alle compagnie aeree

Anna Maria Merlo

Il traffico aereo è a un punto morto, paralizzato in Europa al 90%, dall’inizio dei confinamenti si sono accumulate perdite per 300 miliardi e c’è già la prima vittima, la compagnia britannica Flybe fallita nei primi giorni del Covid-19. Bruxelles dà l’ok ma vorrebbe condizionare l’intervento pubblico al taglio delle emissioni di Co2

Conte in aula: lo scontro sui Dpcm è nella maggioranza

Andrea Fabozzi

Il presidente del Consiglio prima chiude: nella fase 2 continuerà il ricorso agli atti sottratti al controllo delle camere. Poi su pressione del Pd apre a «una maggiore interlocuzione con il parlamento». La prossima settimana il voto su una delicata mozione

New Deal oggi

Elogio dell’epopea della ricostruzione e del lavoro

Laura Pennacchi

Fu la capacità progettuale collettiva che rese immensa l’anima trasformativa del New Deal. L’assumere drammatici problemi morali, quali la sofferenza umana, in quanto tout court problemi politici era una tradizione politica anglosassone che interpretava gli eventi sociali nei terreni di contesa innanzitutto morale tra vittime, oppressori, riformatori. Tale assunzione venne riprodotta al fine di ridisegnare radicalmente la “forma di vita” dominante

Italia

«Casa e reddito», blitz davanti al Parlamento

Giansandro Merli

Ieri mattina si è svolta una conferenza stampa per sollecitare il governo a intervenire a sostegno delle fasce di popolazione più colpite dalla crisi. Movimenti per il diritto all’abitare, Asia Usb e la rete di studenti Noi Restiamo chiedono un reddito universale e il blocco di affitti e utenze

Appello: «Basta con gli agguati»

***

Intellettuali e personaggi di spicco della cultura firmano un appello per fermare la levata di scudi contro il governo Conte. Secondo i promotori la maggioranza viene attaccata strumentalmente in una fase delicata per il paese.

Biden come Trump, ambasciata Usa a Gerusalemme

Michele Giorgio

L’ormai certo candidato dei Democratici alle presidenziali Usa ha detto che, se vincerà le elezioni, non riporterà a Tel Aviv l’ambasciata Usa trasferita da Trump a Gerusalemme. E non interviene sul piano per l’annessione a Israele di larghe porzioni di Cisgiordania

Da Henry Ford al black power, le mille e più anime della Motor City perduta

Guido Caldiron

«Detroit» di Giuseppe Berta, per il Mulino. Un «diario di viaggio» in uno dei simboli contraddittori del 900 americano. «I suoi simboli – spiega l’autore – rinviano giocoforza a ciò che la città non è più, all’immagine di una potenza industriale trapassata la cui eco trasmette ancora le proprie vibrazioni»

Non è più un Paese per operai. Intervista a Amy Goldstein

Guido Caldiron

Parla l’autrice di «Janesville. Una storia americana» (Luiss), vincitrice del Pulitzer e giornalista del «Washington Post». La comunità di un centro industriale del Wisconsin fa i conti con il trasferimento altrove della General Motors. «Volevo raccontare un microcosmo che rappresentasse tutti i luoghi che hanno sofferto a causa della crisi finanziaria globale del 2008. Mi sono imbattuta sia nella disperazione che nella resilienza. Molti però negavano soltanto che fosse vero: il lavoro sarebbe tornato, come era accaduto per un secolo»

Addio a Maj Sjöwall, il noir scandinavo perde la sua prima donna

redazione cultura

Scomparsa a 84 anni la scrittrice svedese che con il compagno Per Wahlöö aveva creato negli anni Sessanta il personaggio di Martin Beck, figura che ha anticipato gran parte dei protagonisti dell’onda del poliziesco del nord Europa arrivata alcuni decenni più tardi

Visioni

Come viaggiatori di un tempo distopico

Fabiana Sargentini

Chi in tuta, chi in bicicletta: tutti fuori a godere delle piccole cose. Prima uscita della famiglia intera. Ritrovarsi a camminare come zombie nelle vie della città eterna

I 55 anni di Gamera, tartaruga volante

Matteo Boscarol

Con i cinema giapponesi chiusi, anche nell’arcipelago ci si arrangia per continuare a soddisfare la propria passione per il grande schermo.

Rubriche

«Una tempesta è una tempesta, Mr Jukes»

Alberto Olivetti

Ricorro alla lettura di Tifone con il proposito di cavarne insegnamenti che possano orientarmi nella comprensione della attuale situazione di estrema emergenza, imposta dalla presente epidemia che mette a repentaglio le nostre vite, che migliaia ne falcia nel mondo. Così constato: «Una epidemia è una epidemia»

Alias

Storia di Bert Trautmann, il tedesco volante

Flaviano De Luca

Un film racconta la vita di giovanissimo paracadutista del Reich divenuto una leggenda del calcio inglese, in porta al Manchester City, con cui vinse la Fa Cup nel 1956 giocando la finale con diverse vertebre cervicali fratturate

Sir Stirling Moss, pilota

Federico Cartelli

Coraggioso, innovativo, sopravvissuto. A novant’anni se ne va una leggenda delle quattro ruote

Ossì, viaggio scanzonato nel sesso

Virginia Tonfoni

Parla Alice Scornajenghi, ideatrice della fanzine che vuole sperimentare ed eccitare. «Il porno, dopo essere stato per decenni il paradiso degli stereotipi sessisti, ora sta diventando il terreno per la creazione di incredibili spazi di libertà»

Parla Gabriel García Márquez

Dario Bellini

Gabriel Juan Caro Montoya intervistò lo scrittore colombiano nel 1972 a Roma ma il lavoro non era mai stato pubblicato fino a oggi

Sorgente: il manifesto del 01.05.2020 – il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •