Aereo precipitato in Iran, Teheran: abbattuto dai militari per un errore umano | corriere.it

Aereo precipitato in Iran, Teheran: abbattuto dai militari per un errore umano | corriere.it

11 Gennaio 2020 0 Di Luna Rossa

Aereo precipitato in Iran, Teheran: abbattuto dai militari per un errore umano

Il Quartiere generale delle forze armato ha ammesso che il jet è stato scambiato per «un aereo nemico»

Paolo Foschi

L’Iran, dopo aver smentito per giorni le proprie responsabilità, ha ammesso di aver abbattuto per errore il jet ucraino precipitato dopo il decollo da Teheran proprio nel giorno dell’attacco lanciato contro le basi americane in Iraq. La tv di Stato, citando fonti militari, ha ammesso che il 737 dell’Ukraine International Airlines è stato «abbattuto» per un «errore umano». È la prima ammissione di responsabilità arrivata dopo che fino a poche ore prima le autorità iraniane avevano respinto le accuse rilanciate da Justin Trudeau, premier del Canada, Paese dal quale provenivano 57 ( e non 63 come detto in un primo momento) delle 176 persone morte nel disastro, fra passeggeri e equipaggio.

La versione delle forze armate

Il Quartier generale delle Forze armate iraniane ha affermato che il Boeing precipitato quattro giorni fa poco dopo il decollo dall’aeroporto Imam Khomeini di Teheran è stato «erroneamente» e «involontariamente» preso di mira dalle forze di difesa aerea iraniane che lo hanno scambiato per un «aereo nemico». Scusandosi e porgendo le condoglianze alle famiglie delle vittime il Quartier generale delle Forze armate iraniane ha aggiunto che metterà in atto «riforme essenziali nei processi operativi per evitare simili errori in futuro» e che perseguirà legalmente «coloro che hanno commesso l’errore». Il ministro degli Affari esteri iraniano Mohammad Javad Zarif ha invece dichiarato che «l’errore umano» l’abbattimento dell’aereo di linea ucraino è accaduto nel «momento di crisi causato dall’avventurismo degli Usa».

Le scuse del presidente

«La Repubblica islamica dell’Iran si rammarica profondamente per questo errore disastroso» e le «indagini proseguiranno per identificare e perseguire» gli autori di questa «grande tragedia» e «questo sbaglio imperdonabile», ha scritto invece il presidente iraniano Hassan Rohani con un post sul suo account Twitter.

 

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •