il manifesto del 13.12.2019 e i primi articoli online

13 Dicembre 2019 0 Di Luna Rossa

«L’attività depistatoria di parte dello Stato è stata doppiamente colpevole». L’accusa di Mattarella nel 50esimo anniversario della strage di piazza Fontana. Al comune di Milano l’incontro con i familiari di Pinelli. I parenti delle vittime: si è rotto un lungo silenzio. In città tre cortei

Economia

Cercasi asili nido in Italia: lo ha solo un bambino su quattro

Mario Pierro

Per l’Istat i posti sono ancora pochi, al sud ancora meno, rispetto alla media europea. Il ministro dell’Economia Gualtieri: investimenti per 2,5 miliardi per aumentare posti, fino a 3 mila euro a famiglia per le rette in manovra. Cgil: “Non c’è alcun investimento aggiuntivo sul Fondo nazionale presso il ministero dell’Istruzione che invece dovrebbe sviluppare il sistema educativo da 0 a 6 anni, aumentando così anche la diffusione degli asili nido”

Europa

Brexit o non Brexit, questo è il problema

Leonardo Clausi

Code ai seggi, indecisi fino all’ultimo. Johnson favorito, ma ha bisogno della maggioranza assoluta. Tutto si gioca nei seggi marginali. Il Labour, grazie alla campagna dei millennials di Momentum, ha avvicinato i giovani

INTERVISTA

Radhya Almutawakel: «Gli yemeniti non muoiono solo di bombe»

Francesco Vignarca

Parla l’attivista anima di Mwatana, organizzazione con base in Yemen per i diritti umani che raccoglie dati sul conflitto e prove sulle violazioni commesse da tutti gli attori in guerra, che il Time l’ha inserito tra le 100 persone più influenti del 2019: «Pensavamo che per fermare il conflitto bastasse raccontare la verità…»

Israele al voto per la terza volta, Bibi vacilla

Michele Giorgio

Netanyahu punta a riconfermarsi alla guida del paese e della destra. Ma l’incriminazione per corruzione erode il consenso di cui ha goduto per anni. E rischia anche nel suo partito, il Likud.

Cultura

L’ambigua modernità del pontificato di Pio IX

Alessandro Santagata

Il volume di Ignazio Veca pubblicato da Viella. L’autore illustra come Mastai Ferretti fu abile nel giocare con la propria immagine, presentandosi come una figura nuova attenta al rapporto diretto con le masse e agli aspetti spettacolari del potere

Epocali trame balcaniche

Tommaso Di Francesco

A proposito del volume di Dunja Badnjevic, «Come le rane nell’acqua» per le edizioni Bordeaux. Perché il crollo del Muro di Berlino travolge l’equilibrio di repubbliche, nazionalità, religioni e lingue?

Merleau-Ponty, se la prosa è una pratica del linguaggio

Marco Pacioni

“La prosa del mondo”, per Mimesis. Per il filosofo francese il linguaggio è come un magma di elementi inseparati – magma tuttavia non sprovvisto di increspature che lo differenziano. Una di queste increspature è lo stesso soggetto che parla, scrive, traccia segni, concepisce significati

 

Sorgente: il manifesto del 13.12.2019 – il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •