0 3 minuti 7 giorni

Il quotidiano britannico riprende il discorso di Liliana Segre al Senato e accende un faro sulle modifiche alla Costituzione volute dalla leader di FdI. Schlein: “Continueremo a batterci contro questa riforma pericolosa”

Il Times accende un faro sulle riforme costituzionali portate avanti dalla presidente del Consiglio italiana. “Giorgia Meloni ha in programma di rivedere la Costituzione per dare maggiori poteri ai futuri leader italiani, sostenendo che l’attuale sistema lascia i primi ministri in preda a complotti di partito”, scrive il quotidiano britannico.

 

 

Partendo dal discorso contro il premierato di Liliana Segre in Senato, l’articolo del Times – un resoconto di cronaca politica per l’edizione cartacea firmato dal corrispondente del giornale a Roma, Tom Kington – ricorda come la regola del premio di maggioranza “riecheggi una legge introdotta da Benito Mussolini, il dittatore fascista per darsi più potere”.

 

 

Si tratta della legge Acerbo, citata in un passaggio del discorso della senatrice a vita, introdotta nel 1923 dal dittatore fascista, “prima di chiudere del tutto il Parlamento”, aggiunge il Times che già in un ritratto della leader di Fratelli d’Italia dopo la vittoria elettorale, aveva formulato la domanda: Chi è la vera Meloni? L’erede del duce o il futuro dell’Europa?

Da Trezzano sul Naviglio (Milano), la segretaria del Pd Elly Schlein commenta il giudizio negativo dato dal quotidiano Times sulla riforma del premierato: “Noi siamo fortemente contrari al premierato, è un sistema che non esiste da nessuna parte del mondo e c’è una buona ragione, perché è un sistema che scardina il sistema dei poteri previsto in Costituzione”. E ancora:”Indebolisce il Parlamento, indebolisce il presidente della Repubblica e quindi noi continueremo a batterci contro questa riforma pericolosa, che non dà più democrazia ai cittadini, ma meno – aggiunge – La democrazia non si risolve nell’acclamare un capo ogni cinque anni che poi può fare quello che vuole per i successivi cinque”.

“La democrazia è il potere dei cittadini di incidere per tutti quei cinque anni sulle decisioni dei propri rappresentanti in Parlamento – conclude Schlein -, che non devono essere eletti a traino del capo del governo”.

Sorgente: Premierato, l’allarme del Times: il piano di riforma di Giorgia Meloni “fa eco a Mussolini” – la Repubblica