0 6 minuti 10 mesi

“La scossa è stata forte”, avverte il sindaco di Pozzuoli. Finora non ci sono notizie di vittime o danni rilevanti (ANSA)

Non ci sono notizie di vittime o danni rilevanti. Ingv: ‘Sisma più forte degli ultimi 40 anni’. Riprende la circolazione ferroviaria dopo le verifiche, ritardi oltre le 3 ore

ROMA, 27 settembre 2023, 09:31

Terremoto nella notte nella zona dei Campi Flegrei, avvertito anche a Napoli: sciame sismico con la scossa più forte di magnitudo 4.2 che si è verificata alle ore 3.35. L’ipocentro è stato localizzato a circa 3 km di profondità.

Al momento non si hanno notizie di danni a persone o cose.

Poche chiamate al turno di guardia della Protezione Civile per richieste di verifiche in zona Coroglio, attualmente in corso, e caduta di calcinacci in via Eurialo, rende noto il Comune di Napoli. Verifiche sono in corso da parte della task force della manutenzione scolastica presso gli edifici sedi di scuole comunali.

La scossa registrata alle 3.35 è tra le più alte verificate nelle ultime settimane. A Napoli – da Fuorigrotta al Vomero, dalla Riviera di Chiaia a Capodimonte – in molti sono stati svegliati dal movimento tellurico durato diversi secondi, oltre che dalle sirene degli allarmi che si sono messe in azione.

Scosse di minore intensità, magnitudo 2 e 2.2, erano state registrate anche nella tarda serata di ieri sempre con epicentro nei Campi Flegrei, una zona da tempo al centro di uno sciame sismico.

“Siamo tutti svegli. Sono in costante contatto con la Protezione Civile e l’INGV. La scossa é stata forte, e ho già predisposto controlli agli edifici scolastici per verificare eventuali danni e per questo stiamo preparando un’ordinanza per la sospensione dell’attività didattica, ci servirà qualche ora per le verifiche”, ha scritto su Facebook il sindaco di Pozzuoli, Luigi Manzoni. Il sindaco ha invitato la popolazione a chiamare i numeri della Protezione Civile e della Polizia Municipale “per qualunque evenienza, e cerchiamo tutti insieme di mantenere la calma. E’ difficilissimo, lo so. Io faccio la mia parte, come tutti gli esperti che abbiamo a disposizione e che sono insieme a me in questo momento al lavoro”.

Anas ha attivato i protocolli e le procedure previste per le verifiche delle strutture stradali e autostradali in gestione. In particolare, i tecnici Anas, specializzati nelle ispezioni di ponti e viadotti hanno svolto specifici controlli sulle opere delle strade statali 7 Quater “Domitiana” e 686 “di Quarto”. Le attività si sono concluse nelle prime ore del mattino e non hanno evidenziato anomalie o danni strutturali. La circolazione è regolare su entrambe le arterie.

Il terremoto di magnitudo 4.2 è stato avvertito in un’area ampia, con segnalazioni anche da Roma e Potenza. Lo indica il servizio ‘Haisentitoil terremoto?’, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. I comuni più vicini all’epicentro sono Pozzuoli, Bacoli, Quarto, Napoli, Monte di Procida e Marano di Napoli. La mappa elaborata dal servizio ‘Haisentitoil terremoto?’ sulla base dei questionari inviati dalle zone in cui il sisma è stato avvertito, indica che le segnalazioni sono arrivate dalle province di Latina, Frosinone, Caserta, Benevento, Avellino, Salerno, Foggia e Roma.

il Comune, nessuna segnalazione di danni
Verifiche in zona Coroglio e caduta di calcinacci
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 27 SET –

Via libera a treni Av, ritardi oltre le 3 ore: folla di passeggeri in stazione dopo stop a circolazione

Con la partenza di due Frecciarossa diretti a Venezia, e di un Italo destinazione Milano, è ripresa la circolazione ferroviaria da Napoli, almeno per quel che concerne i treni Alta Velocità, dopo lo stop imposto per consentire una verifica della rete a seguito della scossa di terremoto registrata nella notte. I ritardi nelle partenze variano da un minimo di un’ora a un massimo di oltre tre ore.

Il blocco della circolazione ha determinato come effetto la formazione di una calca di persone che riempie il piazzale interno della stazione Centrale in attesa di poter salire a bordo del proprio convoglio. Dall’altoparlante viene spiegato il motivo dei ritardi legato alla necessità di verificare la sicurezza della rete ferroviaria dopo la forte scossa tellurica.

Semaforo verde anche per la linea 2 della metropolitana di Napoli: riaperta la tratta Campi Flegrei-Pozzuoli in entrambe le direzioni di marcia.

Al momento della scossa delle 3,35 – si apprende da Ferrovie dello Stato – nessun convoglio era in movimento sulla tratta interessata dal sisma.

 

Oggi scuole chiuse a Pozzuoli, in corso verifiche negli istituti della città flegrea

Scuole chiuse oggi a Pozzuoli (Napoli) dopo la forte scossa di magnitudo 4.2 registrata alle 3.35. Lo rende noto il sindaco Luigi Manzoni che ha disposto le verifiche negli istituti scolastici della città. “Siamo nella casa comunale per gestire le eventuali segnalazioni dopo la scossa di magnitudo 4.2 per un’ulteriore verifica degli istituti scolastici”, fa sapere il primo cittadino.

Ingv, sisma più forte degli ultimi 40 anni. Fa parte di uno sciame cominciato ieri, finora 60 eventi

Il terremoto di di magnitudo 4,2 avvenuto alle 3,35 nei Campi Flegrei “è stato il maggiore degli ultimi 40 anni” ed “è avvenuto durante uno sciame cominciato ieri mattina alle 5, caratterizzato da 60 eventi di intensità inferiore”: lo ha detto all’ANSA Mauro Antonio Di Vito, direttore dell’Osservatorio Vesuviano dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Il sisma, ha aggiunto, “si inquadra nella dinamica bradisismica, che negli ultimi giorni ha subito una lieve accelerazione”, vale a dire che “il processo sta continuando e la velocità di sollevamento del suolo si sta leggermente intensificando”.

Sorgente: Terremoto, sciame sismico ai Campi Flegrei: nella notte scossa di magnitudo 4.2 – Notizie – Ansa.it


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.