0 3 minuti 2 anni

I tribunali israeliani hanno emesso 600 ordini di arresti domiciliari contro bambini palestinesi nel 2022

La polizia di frontiera israeliana rimuove i bambini palestinesi dalle vicinanze della Moschea Ibrahimi il 28 febbraio 2022 [HAZEM BADER/AFP via Getty Images]

La polizia di frontiera israeliana rimuove i bambini palestinesi dalle vicinanze della Moschea Ibrahimi il 28 febbraio 2022 [HAZEM BADER/AFP via Getty Images]
pulsante di condivisione facebook
pulsante di condivisione di Twitter
pulsante di condivisione reddit
pulsante di condivisione di whatsapp
pulsante di condivisione e-mail
condividi questo pulsante di condivisione

Più di 600 bambini palestinesi sono stati tenuti dai tribunali israeliani agli arresti domiciliari nel 2022, ha dichiarato martedì la Commissione per gli affari dei detenuti e degli ex detenuti.

In una dichiarazione, la Commissione ha affermato che le autorità di occupazione israeliane ricorrono agli arresti domiciliari nella Gerusalemme est occupata come forma di punizione per i bambini di età inferiore ai 14 anni perché la legge israeliana non consente la loro detenzione.

I tribunali di solito ordinano la detenzione dei bambini nelle loro case per un periodo durante il quale vengono esaminati i casi contro di loro e viene emessa una sentenza. Questo processo potrebbe richiedere alcuni giorni o fino a un anno o più. La sentenza emessa nei confronti del minore non tiene però conto del periodo trascorso in detenzione domiciliare.

Durante questo periodo i bambini sono costretti a non uscire di casa; devono indossare un dispositivo di localizzazione e non potranno frequentare la scuola o recarsi in una clinica senza essere accompagnati da un supervisore.

Molto spesso i genitori sono costretti a vendere le proprie case oa utilizzare i propri risparmi per depositare ingenti somme di denaro nella tesoreria del tribunale per garantire l’attuazione delle condizioni per la liberazione dei propri figli.

LEGGI:  ​​Israele ha arrestato 490 palestinesi, inclusi 76 bambini a novembre

Un’altra forma di arresti domiciliari è l’allontanamento dei bambini dalle case famiglia e il loro obbligo a stare in una casa fuori città. Questo è ora il caso di quattro bambini di Gerusalemme, tutti di età inferiore ai 18 anni.

Due sono stati costretti a rimanere in carcere nella città di Al Ramlah, e due in altre città, un passo che divide le famiglie e aumenta le loro difficoltà economiche perché costrette ad affittare case lontane dalle loro abitazioni.

Gli arresti domiciliari si traducono spesso in condizioni psicologiche complesse per i bambini e le loro famiglie.

La Commissione ha affermato che gli arresti domiciliari privano i bambini del diritto all’istruzione e creano un costante sentimento di ansia, paura e privazione, che provoca instabilità psicologica, a volte manifestata nella minzione involontaria e eccessivo nervosismo.

Prendere di mira e arrestare i bambini palestinesi è stata una politica israeliana costante - Vignetta [Sabaaneh/MiddleEastMonitor]

Prendere di mira e arrestare i bambini palestinesi è stata una politica israeliana costante – Vignetta [Sabaaneh/MiddleEastMonitor]

Sorgente: Israel courts issued 600 house arrest orders against Palestinian children in 2022 – Middle East Monitor


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.