Seguiteci su Telegram https://t.me/Nuovaresistenza on Telegram
16 July 2024
0 4 minuti 2 anni

AMNESTY INTERNATIONAL DEVE ESSERE MESSA A TACERE!?

I pannelli luminosi che riportano la denuncia di Amnesty e la condanna dell’Apartheid israeliano devono spegnersi a Torino e mai accendersi a Milano.

 

Roma 30 dicembre 2022 – REDAZIONE INVICTAPALESTINA

Immagine di copertina: Manifesto previsto per l’esposizione di MILANO censurato.

I pannelli luminosi che riportano la denuncia di Amnesty e la condanna dell’Apartheid israeliano devono spegnersi a Torino e mai accendersi a Milano.

TORINO: Piazza XVIII Dicembre pannello illuminato il 21 dicembre 2022 e spento il 29 dicembre 2022

I contratti stipulati sono stati rescissi e il danaro già versato sarà restituito. Inoltriamo le email pervenute:

Gentile Cliente

In relazione al contratto sottoscritto nello scorso mese di novembre (copia commissioni G 025994)  per l’esposizione su 10 schermi LED sulle nostre pensiline digitali in Torino, siamo spiacenti di comunicare che la campagna non potrà essere eseguita.

All’atto della sottoscrizione non abbiamo tenuto conto, purtroppo, del fatto che messaggi di connotazione politica non sono ammessi nell’ambito della nostra convenzione con l’Azienda Trasporti GTT, proprietaria degli impianti.

Ci scusiamo per l’accaduto e provvederemo nei prossimi giorni allo storno dei documenti contabili emessi, al rimborso dell’acconto versato ed alla contestuale cancellazione del contratto.

Cordiali saluti.

Sara Mecca AVIP

 

Eppure l’agenzia incaricata della pubblicità prima della conclusione del contratto aveva interpellato il suo ufficio legale di fiducia ed anche il Consiglio dell’Ordine dei giornalisti come sempre fa quando il messaggio non è meramente  commerciale. Il parere era stato a favore della conclusione del contratto avendo gli esperti constatato che si riportavano brani della pubblica denuncia di Amnesty.

Poi, evidentemente, qualcosa e qualcuno sono intervenuti. E’ facile immaginare pressioni, minacce, ricatti, disdette di più lucrosi contratti. Così il parere giuridico soccombe dinanzi alla forza del ricatto.

Auspichiamo un intervento di Amnesty International dinanzi a questo ennesimo sopruso.

Per i sionisti e chi li sostiene la violazione dei diritti umani deve essere denunciata e condannata se realizzata in Iran e in Afghanistan ma no se in Israele e in Palestina.

Per i sionisti la battaglia per i capelli sciolti ( e il loro significato) e per il diritto allo studio e al lavoro è più importante della battaglia per il diritto alla vita e alla libertà.

In Palestina si può uccidere, espropriare, arrestare e discriminare senza che possa alzarsi una voce di protesta, sia essa internazionale ( Human Rights Watch e Amnesty International) sia essa israelo-palestinese ( B’Tselem e Al Aq).

Ringraziamo tutti/e coloro che hanno contribuito che, siamo certi, continueranno più decisi che mai nella lotta per la liberazione del popolo palestinese.

Seguiranno indicazioni sullo sviluppo della situazione e su come procederà la “CAMPAGNA APARTHEID IN PALESTINA” perchè non sarà certamente la censura a TORINO e MILANO a fermarci!

Sorgente: AMNESTY INTERNATIONAL DEVE ESSERE MESSA A TACERE! – Invictapalestina


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.

Rispondi

Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot