Sette manifestanti uccisi in Sudan – Middle East Monitor

Sette manifestanti uccisi in Sudan – Middle East Monitor

18 Gennaio 2022 0 Di ken sharo

Sette manifestanti sono stati uccisi lunedì durante le proteste nella capitale del Sudan, Khartoum, secondo i medici locali e i rapporti dell’agenzia di stampa Anadolu .

Decine di manifestanti sono rimasti feriti anche quando le forze di sicurezza hanno usato lacrimogeni, proiettili rivestiti di gomma e proiettili veri per disperdere i manifestanti vicino al palazzo presidenziale, ha affermato in una nota il Comitato centrale dei medici sudanesi (CCSD).

Il comitato ha definito le uccisioni un “massacro commesso dalle forze di colpo di stato”.

Proteste sono state segnalate anche nelle città di Port Sudan, Medani, Gadaref e Atbara.

Le vittime di lunedì hanno portato a 71 il numero dei manifestanti uccisi nelle proteste antimilitari da ottobre.

PARERE: Il Sudan è come un uccello a cui sono state tarpate le ali

Il Sudan è in subbuglio dal 25 ottobre 2021, quando i militari hanno destituito il primo ministro, il governo di transizione di Abdalla Hamdok, e hanno dichiarato lo stato di emergenza.

Prima dell’acquisizione militare, il Sudan era governato da un consiglio sovrano di funzionari militari e civili incaricati di supervisionare il periodo di transizione fino alle elezioni del 2023.

Hamdok è stato reintegrato il 21 novembre, a seguito di un accordo, ma i manifestanti hanno denunciato l’accordo, insistendo sulla rimozione di qualsiasi influenza militare sulla coalizione di governo di transizione. Si è dimesso il 2 gennaio, adducendo una situazione di stallo politico.

Proteste in Sudan e dimissioni del Primo Ministro - Cartoon [Sabaaneh/Middle East Monitor]

Il primo ministro sudanese si dimette tra stallo e proteste contro il colpo di stato – Cartoon [Sabaaneh/Middle East Monitor]

Sorgente: Seven demonstrators killed in anti-military protest in Sudan – Middle East Monitor