Attivisti chiedono sanzioni americane al ministro della Difesa israeliano – – IMEMC News

Attivisti chiedono sanzioni americane al ministro della Difesa israeliano – – IMEMC News

3 Novembre 2021 0 Di ken sharo
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot

Combatants For Peace : Questa settimana, il Combatants For Peace Movement, ha lanciato un appello all’azione attraverso le sue piattaforme di social media invitando le persone a sostenere una lettera aperta al presidente degli Stati Uniti Joe Biden nel tentativo di convincere il governo degli Stati Uniti a imporre sanzioni personali al ministro israeliano Benny Gantz.

Il gruppo afferma che la campagna arriva come una rappresaglia alla decisione di Gantz del mese scorso “di firmare ordini che etichettano sei delle più note organizzazioni per i diritti umani in Palestina come organizzazioni terroristiche”, ha affermato il gruppo sulla sua pagina Facebook.

A ottobre Gants ha emesso ordini che etichettano l’Associazione per il supporto dei prigionieri di Addameer e per i diritti umani, gruppo per i diritti di Al-Haq; l’Unione dei Comitati delle Donne Palestinesi (UPWC); l’Unione dei Comitati del Lavoro Agricolo (UAWC); e il Bisan Center for Research and Development, come organizzazioni “terroristiche”.

Il sesto è il capitolo palestinese dell’organizzazione Defence for Children International con sede a Ginevra.

La lettera aperta che può essere trovata a questo link è stata scritta dall’avvocato israeliano Eitay Mack e chiede l’imposizione di sanzioni a Gantz ai sensi del Global Magnitsky Act del 2016.

Il Global Magnitsky Act del 2016 autorizza il governo degli Stati Uniti a imporre sanzioni a coloro che considera trasgressori dei diritti umani, congelare i loro beni e vietare loro di entrare negli Stati Uniti

Il gruppo ha affermato nella sua dichiarazione “questo elenco globale di violatori dei diritti umani provenienti da paesi come Russia, Bielorussia, Venezuela e Cina. Con la decisione di Gantz di firmare ordini che incriminano sei delle più note e centrali organizzazioni per i diritti umani in Palestina come “organizzazioni terroristiche”, ha guadagnato il suo posto in questa orribile lista globale”

Secondo il CFP, Gantz ha deciso di etichettare le sei organizzazioni come “gruppi terroristici” senza presentare alcuna prova o seguendo una procedura trasparente.

“Sembra che la decisione sia stata basata su una ricerca effettuata dall’organizzazione di destra ONG Monitor. Inoltre, Gantz ha un interesse personale nella questione; alcune delle sei organizzazioni hanno sollevato accuse personali contro di lui personalmente presso la Corte penale internazionale dell’Aia accusandolo di aver commesso crimini di guerra durante l’attacco a Gaza del 2014”, ha affermato la CFP.

Inoltre, Combatants For Peace ha affermato che gli ordini di Gantz sono la persecuzione politica di sei organizzazioni palestinesi per i diritti umani.

“È chiaro a tutti che le sei organizzazioni palestinesi sono state definite organizzazioni terroristiche perché espongono le azioni di Israele al pubblico e perché lo fanno con successo”. Il CFP ha aggiunto: “Nonostante tutti gli sforzi per metterli a tacere, queste organizzazioni denunciano ripetutamente i crimini commessi dall’esercito israeliano, dalla polizia, dallo Shin Bet (servizio segreto israeliano), dai funzionari governativi e giudiziari e dai coloni”.

  • Combatants For Peace, fondata nel 2006, è un’organizzazione di volontariato senza scopo di lucro di ex combattenti palestinesi e israeliani che ora sono attivi nella lotta nonviolenta contro l’occupazione e gli insediamenti.

Sorgente: Attivisti chiedono sanzioni americane al ministro della Difesa israeliano – – IMEMC News

seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot