Israele taccia le ONG palestinesi come terroristiche

27 Ottobre 2021 0 Di ken sharo

27 ottombre  2021, Nablus (Palestina occupata )  Dr. Yousef Abdullhaq
PNGO & FROC:
La designazione  di Israele di 6 principali organizzazioni palestinesi come “Organizzazioni del terrorismo” è un tentativo di tacere e controllare i palestinesi, 23 ، ottobre 2021
Consiglio delle organizzazioni per i diritti umani e la rete delle organizzazioni civili palestinesi:
L’occupazione ha classificato sei principali organizzazioni per i diritti come “organizzazioni terroristiche” un tentativo fallito di zittire e controllare i palestinesi;
In un attacco Organizza senza precedenti a tutte le organizzazioni per i diritti umani palestinesi e le istituzioni della società civile, il ministro della sicurezza dello stato di occupazione Benny Gants ha emesso oggi venerdì 22/10/2021, una decisione che decide di classificare sei organizzazioni principali per i diritti come “organizzazioni terroristiche”, il che significa divieto il divieto di Ammortala e renderla vulnerabile a vendetta e abusi imminenti da parte dello stato di occupazione.
Queste istituzioni sono entrambe: 1) Fondazione Coscienza per la cura del prigioniero e dei diritti umani; 2) Istituzione della destra; 3) Movimento globale per la difesa dei bambini – filiale della Palestina; 4) Centro di ricerca e sviluppo Pisan; 5) Unione dei Comitati del Lavoro Agricoltura; e 6) Unione delle Commissioni delle Donne Palestinesi. Sono tutte istituzioni registrate al Ministero degli Interni palestinese secondo la legge delle associazioni e delle istituzioni civili, controllate dal ministero della competenza e presentate rapporti annuali professionali a questi ministeri.
Questa classificazione è rivolta a sei delle principali organizzazioni della società civile palestinese, istituzioni destinate a difendere i diritti umani, documentare le violazioni, fornire servizi alle vittime, e svolgere sforzi legali e sostenitori internazionali per garantire che i diritti dei palestinesi siano protetti dalla colonizzazione dell’insediamento fondamentale Raelie, e il sistema di apartheid. Questa classificazione riflette la maleducazione dell’occupazione senza precedenti, sebbene crescente, nella soppressione e criminalizzazione dei difensori palestinesi/i dei diritti umani e delle organizzazioni della società civile che sfidano il sistema dello stato colonialismo, lavorano per ottenere giustizia internazionale e responsabili degli israeliani che hanno violato Diritti umani, crimini di guerra e crimini contro l’umanità.
Si dovrebbe ricordare che l’uso dello stato di occupazione delle sue vaghe legislazioni “antiterrorismo” volutamente e infondate per criminalizzare queste istituzioni, viene dopo anni di loro campagne sistematiche contro le organizzazioni della società civile palestinese, comprese le organizzazioni per i diritti umani, che operano nell’ambito di Documenta le sue violazioni e collabora con i dispositivi e i meccanismi delle Nazioni Unite e la comunità Internazionale Mary Lawlor, ha rilasciato una dichiarazione il 19/08/2021, in cui ha affrontato numerosi casi di arresti arbitrari, criminalità, minacce e molestie dei difensori/at L’uomo nella terra occupata palestinese.
Questa terribile decisione riflette decenni di tentativi israeliani di controllare il popolo palestinese e incrementando e compromettendo le prestazioni autonome delle organizzazioni della società civile palestinese. In particolare, le classifiche rappresentano un’applicazione terribile e illegale della legge locale israeliana sui territori palestinesi occupati, in violazione dell’articolo 43 del regime dell’Aia (1907) e il diritto del popolo palestinese di autodeterminare internazionale e inalienabile.
Se il Consiglio e la Rete sottolineano la gravità di questa decisione e le sue imminenti ripercussioni che dovranno affrontare le istituzioni e i difensori dei diritti umani, chiede urgentemente alla comunità internazionale, inclusi gli stati e le organizzazioni della società civile e i difensori/e dei diritti umani in tutto il mondo inclusi Segue:
Uno… Israele chiede di cancellare le sue sei organizzazioni della società civile come “organizzazioni terroristiche”.
2 Il Ministero della Difesa e della Giustizia israeliano e gli altri interlocutori israeliani coinvolti a smettere di usare pratiche illegali e politiche intimidazioni e molestie, compresa la criminalizzazione arbitraria e la repressione delle organizzazioni della società civile palestinese, queste pratiche e politiche che fanno violazione delle convenzioni di base nel diritto internazionale;
3-rilasciare una dichiarazione pubblica di non riconoscere le classifiche perché sono un atto di apartheid illegittimo a livello internazionale, comprese misure legislative volte a violare il diritto alla libertà di opinione e di espressione, il diritto alla libera assemblea e la formazione di associazioni pacifiche;
Quattro Condannando le classifiche come applicazione illegale della legge locale israeliana sui territori palestinesi occupati; e
Cinque. La comunità internazionale, compresi i donatori, sostenitori e attori dei diritti umani in tutto il mondo, è invitato a condannare questi metodi arbitrari e intimidatori, e ad affermare pubblicamente il loro sostegno alle organizzazioni della società civile palestinese.
Finito

Sorgente: Facebook