Esce dal carcere Dana Lauriola, portavoce dell’ala dura del movimento No Tav – La Stampa

15 Aprile 2021 0 Di marco zinno

Esce dal carcere Dana Lauriola, portavoce dell’ala dura del movimento No TavEra stata arrestata a settembre 2020 in seguito a una condanna definitiva a due anni di reclusione per una manifestazione di otto anni fa al casello di AviglianaIRENE FAMÀ, MASSILIANO PEGGIOPUBBLICATO IL15 Aprile 2021 ULTIMA MODIFICA15 Aprile 202112:04TORINO. Esce dal carcere Dana Lauriola, portavoce dell’ala dura del movimento No Tav arrestata a settembre 2020 in seguito a una condanna definitiva a due anni di reclusione per una manifestazione di otto anni fa al casello di Avigliana. Il Tribunale di Sorveglianza ha disposto per l’attivista la detenzione domiciliare. LEGGI ANCHE:Tav, il prefetto: “Il diritto al dissenso non è un pretesto alla libera violenza”FRANCESCO FALCONE, MASSIMILIANO PEGGIOUna vicenda, quella di Dana Lauriola, che ha fatto molto discutere. Nei giorni scorsi, a Bussoleno, il movimento No Tav aveva organizzato un presidio di solidarietà all’attivista e alcuni esponenti del mondo politico e dello spettacolo, come Elio Germano, Sabina Guzzanti, Erri De Luca e Zerocalcare, le hanno ribadito pubblicamente il proprio sostegno. «La sua unica colpa è quella di aver gridato le nostre motivazioni in un megafono» hanno ribadito più volte gli attivisti No Tav, ricordando la manifestazione del 3 marzo 2012 sull’A32 quando alcuni manifestanti danneggiarono l’impianto di videosorveglianza e bloccarono le sbarre del casello con del nastro adesivo così che gli automobilisti potessero passare senza pagare il pedaggio. I giudici del Tribunale di sorveglianza avevano respinto tutte le richieste di misure alternative giudicandola  incapace di percepire la funzione rieducativa di espiazione della pena in forma alternativa alla detenzione. Ad incidere anche la relazione della Digos, coordinata dal dirigente Carlo Ambra, che aveva ricostruito le attività di protesta a cui ha partecipato Dana negli ultimi anni. Azioni di violenza contro il cantiere Tav ma anche altre contestazioni di piazza in cui il centro sociale Askatasuna, di cui la 38enne è portavoce, hanno giocato un ruolo di primo piano. Attività poste in essere, scrivevano i giudici del Tribunale di sorveglianza,  «per protestare contro la costruzione della linea ferroviaria in Val Susa o contro lo sgombero di locali occupati abusivamente, attraverso modalità violente e verbali o fisiche tese principalmente a cercare e ottenere a scopo dimostrativo lo scontro le forze dell’ordine o i rappresentanti dell’ordine politico». In un primo momento, le dichiarazioni di Dana ai servizi sociali erano state ritenute «strumentali» a sfuggire alla carcerazione. Ieri, il Tribunale ha accolto la richiesta del suo avvocato.

Sorgente: Esce dal carcere Dana Lauriola, portavoce dell’ala dura del movimento No Tav – La Stampa

Spread the love
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •