Coronavirus, casi raddoppiati in Germania. Sos mortalità negli Usa 

Coronavirus, casi raddoppiati in Germania. Sos mortalità negli Usa 

5 Settembre 2020 0 Di Luna Rossa

In Grecia quarantena di massa per i migranti. Freno alle vaccinazioni rapide dalle principali aziende farmaceutiche

ROMA. Quasi raddoppiati nelle ultime 24 ore i casi di coronavirus in Germania. Secondo l’Istituto Robert Koch, sono stati registrati 1.378 nuovi contagi e due vittime rispetto ai 782 casi del giorno precedente, quando non si era registrato alcun decesso. Sale così a 248.997 il numero totale dei contagi in Germania e a 9.324 quello dei morti.

 

La mappa in diretta, ecco come si sta diffondendo il coronavirus giorno per giorno in tutto il mondo

 

Allarme negli Stati Uniti
Più di 410.000 persone negli Stati Uniti potrebbero morire a causa del coronavirus entro il primo gennaio, più che raddoppiando l’attuale numero di vittime, secondo il modello dell’Institute for Health Metrics and Evaluation (Ihme) dell’Università di Washington. Secondo un’informativa dell’Ihme nei prossimi quattro mesi si potrebbero contare negli Usa altri 224.000 decessi per il Covid, e il bilancio potrebbe essere molto più grave se tutte le restrizioni saranno allentate. «Se si persegue una strategia di immunità del gregge, il che significa che nessun ulteriore intervento del governo e’ preso da ora al primo gennaio, il bilancio delle vittime potrebbe aumentare a 620.000», afferma l’Ihme.

 

La differenza tra la capacità di contagio del coronavirus e l’influenza stagionale messe a confronto

 

Il tasso di mortalità potrebbe raggiungere quasi 3.000 al giorno entro dicembre, un numero senza precedenti, in parte a causa della «diminuzione della vigilanza del pubblico», prevede l’IHME. Per ora, il modello punta a un calo dell’uso della maschera in alcune regioni dal picco di utilizzo all’inizio di agosto.

 

Coronavirus: le attività quotidiane che ci mettono più a rischio contagio secondo i medici Usa

 

Scontro sui tempi del vaccino
Diverse grandi case farmaceutiche che sviluppano vaccini contro il Covid-19 hanno in programma di sottoscrivere un impegno pubblico a non chiedere l’approvazione del governo fino a quando i test non avranno dimostrato di essere sicuri ed efficaci. Tra queste, riporta il Wall Street Journal, che ha visionato una bozza della dichiarazione congiunta, società quali Pfizer, Johnson & Johnson e Moderna. Una mossa comune insolita tra competitor che arriva in seguito a timori per una corsa alla vaccinazione di massa.

 

Cosa si prova fisicamente quando si è infetti da coronavirus: dal contagio alla guarigione

 

Quarantena ai migranti a Lesbo

Il governo greco sta imponendo una quarantena sconsiderata e potenzialmente molto pericolosa per i migranti e richiedenti asilo del campo di Moria sull’isola di Lesbo. Una forma di quarantena di massa da evitare a tutti i costi, che evidenzia la mancanza di una risposta strategica per ridurre la trasmissione del virus nel campo e proteggere ciò che resta della dignità delle persone, avverte Medici Senza Frontiere (Msf). Se negli ultimi tempi è aumentato il numero dei casi confermati di Covid-19 tra la popolazione locale a Lesbo, fino ad oggi si conta un solo caso tra i residenti del campo di Moria. 

 

Com’è l’IFA di Berlino, la fiera della tecnologia che sfida il Covid

 

I doveri del governo imporrebbero un rafforzamento della risposta della sanità pubblica per migranti e richiedenti asilo e non il loro confinamento in condizioni infernali per fingere di proteggere l’isola dalla diffusione del virus. Moria non è luogo sicuro per nessuno, ma ci sono oltre 200 persone che per età e stato di salute sono state individuate come soggetti a serio rischio di Covid-19. Da mesi Msf, insieme ad altri attori presenti sull’isola, chiede l’evacuazione totale di tutti i residenti del campo di Moria, con la specifica urgenza di trasferire questo gruppo di persone particolarmente vulnerabili dal punto di vista medico in alloggi sicuri a Lesbo o sulla terraferma, in Grecia o all’interno dell’Unione Europea.

 

Coronavirus, boom di pazienti in terapia intensiva: i due motivi perché non è come la prima ondata

 

Trasferimenti
Ad aprile il governo aveva promesso questo trasferimento, ma cinque mesi dopo queste persone sono ancora intrappolate a Moria e ora circondate da un cordone di polizia. Con un caso positivo confermato a Moria, è essenziale garantire il loro trasferimento in un alloggio sicuro adesso. Non farlo sarebbe un evidente abbandono del dovere di prendersi cura di queste persone da parte delle autorità greche. ‘«Sembra che le autorità sanitarie locali abbiano iniziato a effettuare test per Covid-19 ai residenti del campo, ma questa è una piccola parte di ciò che deve essere fatto», dichiara Marco Sandrone, capo progetto di MSF a Lesbo. «È necessaria una risposta adeguata ai bisogni di salute pubblica: pianificazione, tracciamento dei contatti, test e un serio sforzo per migliorare le condizioni igienico-sanitarie e l’accesso ai servizi medici.

 

Come distinguere i sintomi di Covid, influenza e raffreddore nei bambini

 

Non ci sono giustificazioni per una quarantena di massa forzata e quel che è peggio sappiamo che queste misure peggioreranno la salute mentale già compromessa dei nostri pazienti. In questo momento a Moria ci sono persone anziane con problemi di salute, donne incinte e bambini che hanno paura e saranno esposti a ulteriori traumi a causa di questa scelta.

 

Coronavirus, la simulazione dei ricercatori su visiere e mascherine con valvole: ecco cosa succede

 

Il governo dovrebbe proteggere queste persone, ma tenendole rinchiuse nel campo le sta esponendo a maggiori rischi». Per medici senza frontiere se il governo greco vuole essere responsabile di fronte al proprio obbligo di fornire assistenza, dovrà attuare con urgenza tutte queste misure di salute pubblica o evacuare tutte le persone da Moria verso luoghi più sicuri: «La quarantena di massa causerà inevitabilmente ulteriori sofferenze senza portare alcun beneficio per la salute pubblica».

 

Covid-19, le 7 idee per evitare i contagi a scuola

 

Sorgente: Coronavirus, casi raddoppiati in Germania. Sos mortalità negli Usa – La Stampa – Ultime notizie di cronaca e news dall’Italia e dal mondo

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •