0 3 minuti 1 mese

  • “Come ho detto al primo ministro Netanyahu, il nostro impegno per la sicurezza di Israele contro queste minacce provenienti dall’Iran e dai suoi delegati è ferreo”, ha detto Biden

WASHINGTON: Mercoledì il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha promesso un sostegno “corazzato” a Israele mentre l’Iran minaccia ritorsioni per un attacco che ha raso al suolo un edificio del consolato iraniano a Damasco e ucciso due generali.
La promessa di Biden arriva nonostante le sue critiche pubbliche al primo ministro Benjamin Netanyahu per il prezzo pagato dai civili nella campagna israeliana contro Hamas, soprattutto dopo che uno sciopero ha ucciso sette operatori umanitari.
L’Iran sta “minacciando di lanciare un attacco significativo contro Israele”, ha detto Biden in una conferenza stampa.
“Come ho detto al Primo Ministro Netanyahu, il nostro impegno per la sicurezza di Israele contro queste minacce provenienti dall’Iran e dai suoi delegati è ferreo”, ha detto Biden.
“Lasciamelo dire ancora una volta: ferreo. Faremo tutto il possibile per proteggere la sicurezza di Israele”, ha detto Biden, che parlava accanto al primo ministro giapponese Fumio Kishida.
Funzionari statunitensi hanno espresso allarme per la prospettiva di un attacco imminente contro gli interessi israeliani dopo che Israele il 1° aprile ha distrutto l’edificio del consolato, uccidendo sette membri delle guardie rivoluzionarie d’élite iraniane, tra cui due generali.
Mercoledì il leader supremo dell’Iran, l’Ayatollah Ali Khamenei, ha avvertito in un discorso che il “regime malvagio” di Israele “deve essere punito e sarà punito”.
Il ministro degli Esteri israeliano Israel Katz ha prontamente replicato, in una dichiarazione in lingua persiana sul sito di social media X, “Se l’Iran attacca dal suo territorio, Israele risponderà e attaccherà l’Iran”.
Lo stato clericale dell’Iran sostiene Hamas, che il 7 ottobre ha lanciato l’attacco più mortale contro Israele nella storia del paese, innescando un’incessante operazione militare israeliana durata sei mesi all’interno della Striscia di Gaza governata da Hamas.
Gli Stati Uniti dall’inizio della guerra hanno cercato di impedirne l’estensione anche al Libano, dove l’Iran sostiene il movimento militante sciita Hezbollah.
Gli Stati Uniti sono stati molto riservati nella loro reazione pubblica allo sciopero del 1° aprile, affermando di non aver accertato se Israele abbia colpito una struttura diplomatica, cosa che violerebbe gli accordi internazionali sull’inviolabilità delle ambasciate e dei consolati.

Sorgente: Biden promette a Israele un sostegno “corazzato” contro le rappresaglie iraniane