0 3 minuti 3 mesi

Un rapporto periodico cumulativo pubblicato dalla Compagnia di distribuzione elettrica del Governatorato di Gaza alla luce dell’aggressione contro la StrisciaLe informazioni contenute nel rapporto coprono il periodo compreso tra sabato 7 ottobre e domenica 26 novembre 2023.Primo:

a livello dello status delle fonti elettriche di base:

* La stazione di generazione di (0) megawatt è offline da 47 giorni, precisamente dall’11 ottobre.

* Le linee elettriche da 10 (0) megawatt della Linea Verde sono state sospese per 51 giorni, precisamente dal 7 ottobre.Secondo: a livello del lavoro operativo e di controllo.

* Domanda di elettricità (500) megawatt.

* L’elettricità disponibile è (0) megawatt.* Deficit elettrico (100%).

* Non esiste una quantità di elettricità disponibile attraverso la quale sia possibile applicare eventuali programmi di distribuzione dell’elettricità perché tutte le fonti hanno smesso di funzionare.

Terzo: a livello di rete e di manutenzione:

* Reti di media pressione danneggiate (124) chilometri

.* Reti di bassa pressione danneggiate (245) km

.* Il numero di stazioni di trasformazione/trasformatori danneggiati è (445) stazioni/trasformatori.

* Il numero di sottostazioni/trasformatori di terra danneggiati (72) sottostazioni/trasformatori.* Cavi e contatori abbonati danneggiati (58) migliaia.Quarto: lavoro sul campo, compiti e supporto:

* Lavori e incarichi svolti (2576) incarichi.

* È importante il lavoro di sostegno a favore dei comuni e delle istituzioni di servizio e di soccorso locali (487).*Il numero dei dipendenti in servizio durante l’emergenza è pari a (160) dipendenti

.* Il numero dei mezzi multitasking e dei mezzi operativi in ​​tempi di emergenza è (65).

Quinto: a livello delle perdite negli edifici e nelle strutture.

* Perdita e danni a (7) edifici amministrativi.

* Perdite e danni alle strutture e ai negozi dell’azienda (2) negozi. (I negozi dell’azienda sono vicino all’Ospedale Europeo + una filiale nel centro di Khan Yunis)

* La società rinnova il suo appello alla comunità internazionale e a tutte le parti interessate affinché intervengano urgentemente per consentire l’ingresso delle spedizioni di carburante necessarie per il funzionamento della centrale elettrica, nonché il funzionamento delle linee elettriche all’interno della Linea Verde e qualsiasi altra soluzione per garantire la fornitura di energia elettrica alle strutture vitali e di servizio; Come ospedali, pozzi di acqua potabile, impianti di desalinizzazione, pompe per acque reflue, impianti di trattamento, panifici e settore delle comunicazioni.

* L’azienda richiede inoltre la necessità di fornire e introdurre i materiali di manutenzione necessari per riparare e ripristinare le reti per garantire l’accesso sicuro all’elettricità a queste importanti strutture.

Rispondi