Seguiteci su Telegram https://t.me/Nuovaresistenza on Telegram
16 April 2024
0 4 minuti 10 mesi

Quattro palestinesi uccisi mentre il dorne  israeliano attacca Jenin in un nuovo grande raid militare
03 luglio 2023
Almeno sei droni potrebbero essere visti volteggiare sopra la città e il campo adiacente, un’area densamente popolata che ospita circa 14.000 persone in meno di mezzo chilometro quadrato.

CondividiLavagna a fogli mobiliRedditWhatsAppCinguettioFacebook

I palestinesi reagiscono dopo che le forze israeliane hanno condotto attacchi aerei e raid sulla città di Jenin, nella Cisgiordania occupata, il 3 luglio 2023. [Getty]

Le forze israeliane hanno lanciato attacchi con droni nella città occupata di Jenin, in Cisgiordania, per la seconda volta in meno di due settimane nella notte di lunedì, come parte di un’operazione che ha scatenato uno scontro a fuoco che è durato fino alla mattina e ha ucciso almeno quattro persone.

Con i suoni di spari ed esplosivi uditi in tutta la città ore dopo l’attacco e i droni chiaramente udibili in alto, le Brigate Jenin, un’unità composta da diversi gruppi militanti con sede nel grande campo profughi della città, ha detto che stava ingaggiando le forze israeliane.

Almeno sei droni potrebbero essere visti volteggiare sopra la città e il campo adiacente, un’area densamente popolata che ospita circa 14.000 persone in meno di mezzo chilometro quadrato.

“Quello che sta accadendo nel campo profughi è una vera guerra”, ha detto l’autista dell’ambulanza palestinese, Khaled Alahmad. “Ci sono stati attacchi dal cielo contro il campo, ogni volta che guidiamo da cinque a sette ambulanze e torniamo pieni di feriti”.

Il ministero della salute palestinese ha confermato che almeno quattro persone sono state uccise e 27 ferite a Jenin, mentre un altro uomo è stato ucciso nella città di Ramallah dopo essere stato colpito alla testa a un posto di blocco.

L’esercito israeliano ha affermato che le sue forze hanno colpito un edificio che fungeva da centro di comando per i combattenti delle Brigate Jenin in quello che ha descritto come un vasto sforzo antiterrorismo nella Cisgiordania occupata.

Fino al mese scorso, quando ha effettuato un attacco il 21 giugno vicino a Jenin, l’esercito israeliano non aveva utilizzato attacchi con droni nella Cisgiordania occupata dal 2006. Ma la crescente portata della violenza e la pressione sulle forze di terra hanno fatto sì che tali tattiche potessero continuare , ha detto un portavoce militare.

“Siamo davvero tesi”, ha detto ai giornalisti. “È a causa delle dimensioni. E ancora, dalla nostra percezione, questo ridurrà al minimo l’attrito”, ha detto, dicendo che gli attacchi erano basati su “intelligence precisa”.

Tuttavia, l’apparente portata del raid ha sottolineato l’importanza di Jenin nella violenza che si è diffusa nella Cisgiordania occupata per più di un anno.

Centinaia di combattenti di gruppi di resistenza armata tra cui Hamas, Jihad islamica e Fatah sono basati nel campo profughi, armati di una serie di armi contrabbandate nella Cisgiordania occupata o rubate alle forze israeliane e un crescente arsenale di ordigni esplosivi.

Il raid di lunedì, che ha coinvolto una forza descritta come “grande brigata” – suggerendo circa 1.000-2.000 soldati – aveva lo scopo di aiutare a “rompere la mentalità di rifugio sicuro di quel campo, che è diventato un vespaio”, ha detto il portavoce.

Ma non era chiaro se l’operazione avrebbe innescato una risposta più ampia da parte delle fazioni palestinesi, attirando gruppi militanti nella Striscia di Gaza, l’enclave costiera controllata dal gruppo militante islamista Hamas.

Sorgente: Quattro palestinesi uccisi mentre i droni israeliani colpiscono Jenin

Please follow and like us:
0
fb-share-icon0
Tweet 20
Pin Share20

Enjoy this blog? Please spread the word :)

RSS
Follow by Email
Facebook0
YouTube20
YouTube
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot