0 6 minuti 11 mesi

Questo è probabilmente il sondaggio più importante sui decessi post V. finora ed è stato condotto da Rasmussen Reports, una società di sondaggi americana fondata nel 2003. La società si occupa di commenti politici e raccolta, pubblicazione e distribuzione di informazioni sui sondaggi di opinione pubblica.

Il titolo del report è eloquente: “COVD-19: decessi per virus vs decessi da va.ccino

Andiamo a vedere cosa è venuto fuori.


Quasi lo stesso numero di americani ritiene che un proprio caro sia morto a causa degli effetti collaterali del va ccino C-19 piuttosto che a causa della malattia stessa.

L’ultimo sondaggio telefonico e online di Rasmussen Reports rileva che l’11% degli adulti americani afferma che un membro del proprio nucleo familiare sia deceduto a causa del C-19, mentre l’86% risponde di no. Il 10% afferma di aver perso un membro del proprio nucleo familiare a causa degli effetti collaterali del Vac C-19, mentre l’85% afferma che non ci sono stati decessi di questo tipo nel proprio nucleo familiare. (Per vedere la formulazione delle domande del sondaggio,  cliccare qui.).

Questi risultati arrivano in un momento in cui la preoccupazione generale per il C-19 è chiaramente in calo. Il 48% degli americani è meno preoccupato per la COVID-19 rispetto a un anno fa, mentre il 20% si dichiara più preoccupato. Il trentuno per cento (31%) afferma che la propria preoccupazione per il COVID-19 non è cambiata molto negli ultimi anni.

Il sondaggio su 1.078 adulti americani è stato condotto da Rasmussen Reports il 27-29 marzo 2023. Il margine di errore di campionamento è di +/- 3 punti percentuali con un livello di confidenza del 95%. Il lavoro sul campo per tutti i sondaggi di Rasmussen Reports è condotto da Pulse Opinion Research, LLC. Vedere la metodologia.

Un numero maggiore di democratici (16%) rispetto ai repubblicani (12%) o a coloro che non sono affiliati a nessuno dei due partiti principali (6%) afferma che un membro del proprio nucleo familiare sia deceduto a causa del C-19. Più repubblicani (15%) che democratici (13%) o non affiliati (5%) affermano che un membro del loro nucleo familiare è deceduto e che la sua morte potrebbe essere stata causata dagli effetti collaterali del vac C-19.

Il 55% dei repubblicani, il 43% dei democratici e il 45% dei non affiliati sono meno preoccupati per il C-19 rispetto a un anno fa. Il 31% dei democratici, il 17% dei repubblicani e il 13% dei non affiliati sono più preoccupati per il C-19 rispetto a un anno fa.

L’unico divario significativo tra uomini e donne su queste domande è che più uomini (24%) che donne (17%) dicono di essere più preoccupati per il C-19 rispetto a un anno fa. Questo è particolarmente vero per gli uomini sotto i 40 anni.

Gli adulti sotto i 40 anni hanno una probabilità significativamente maggiore rispetto agli anziani di affermare di essere più preoccupati per il C-19 rispetto a un anno fa. Una solida maggioranza di americani di età superiore ai 40 anni è diventata meno preoccupata per il COVID-19 nell’ultimo anno, ma solo il 35% degli under 40 la pensa allo stesso modo. Le donne sotto i 40 anni sono le più propense a rispondere affermativamente alla domanda se un membro della famiglia sia deceduto a causa del COVID-19 o di effetti collaterali del vac COVID-19.

Il 50% dei bianchi, il 39% dei neri e il 46% delle altre minoranze sono meno preoccupati del C-19 rispetto a un anno fa. Il 19% dei bianchi, il 24% dei neri e il 22% delle altre minoranze sono più preoccupati per la C-19 rispetto a un anno fa. I bianchi e i neri hanno meno probabilità rispetto alle altre minoranze di affermare che un membro della famiglia sia morto a causa del COVID-19 o degli effetti collaterali del vac C-19.

Gli adulti sposati e quelli con figli in casa hanno maggiori probabilità rispetto ai loro coetanei single o senza figli di affermare che un membro della famiglia sia morto a causa del vac C-19 o degli effetti collaterali di quest’ultimo.

Gli americani con un reddito annuo superiore a 100.000 dollari sono più propensi a dichiarare di essere più preoccupati per il C-19 rispetto a un anno fa, in confronto a quelli con un reddito inferiore. Gli americani con un reddito più elevato hanno anche maggiori probabilità di affermare che un membro del loro nucleo familiare sia morto a causa del C-19.

La cosa più sorprendente è che tra coloro che affermano che un membro del proprio nucleo familiare sia deceduto a causa del C-19, il 54% afferma anche che un familiare sia morto a causa degli effetti collaterali del vac C-19.

A più di tre anni dai “15 giorni per rallentare la diffusione” del C-19, la maggior parte degli elettori ha meno fiducia negli esperti sanitari del governo – e anche nei media.


Potete leggere il rapporto completo qui.

E’ inoltre possibile (per il momento) visionare il video su YouTube:

Si può anche visualizzare il video su Rumble.

Sorgente: Numeri da capogiro sui decessi post V dal sondaggio più importante mai condotto – eVenti Avversi