0 3 minuti 1 anno

L’edificio, che è collassato alle 21.50, era stato chiuso alle 20, una volta terminate le lezioni.

Una palazzina dell’Università di Cagliari è crollata. A collassare alle 22 è stato l’edificio che ospita l’aula magna dell’ex facoltà Geologia, nel complesso di Magistero in via Trentino. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco per verificare – anche con l’utilizzo di droni – che all’interno dell’edificio, frequentato di giorno per le lezioni di Lingue, non ci fosse nessuno. La palazzina si trovava sul retro del corpo centrale, vicino al piazzale che ospita la Casa dello studente.

L’edificio aveva ospitato sino a questa sera alcune lezioni. Secondo quanto appreso gli ultimi studenti sono andati via dalla palazzina che è stata chiusa verso le 20. Il crollo si è verificato verso le 21.50 nell’edificio retrostante l’ingresso principale del complesso che ospita le facoltà umanistiche e l’aula magna della facoltà di geologia. Nessun segnale è stato rilevato dalle squadre dei vigili del fuoco dopo le prime verifiche.

Presenti anche il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu e il rettore Francesco Mola. «Alcuni amici mi hanno informato e mi sono avvicinato immediatamente – sono le parole del sindaco –, le immagini sono sconvolgenti, fanno riflettere su quanto davvero la vita di ognuno di noi sia appesa a un filo: poteva succedere qualche ora fa e fare una strage e invece per fortuna è accaduto quando non c’era nessuno. Dobbiamo ringraziare il Signore che ci ha graziati». Il rettore ha detto che «non c’è stato nessun segnale che si potesse verificare quanto accaduto. Gli edifici delle nostre Facoltà vengono ispezionati regolarmente». «Gli studenti – ha aggiunto – hanno fatto l’ultima lezione verso le 17 e poi sono andati via. Quindi , come di consueto, tutti gli edifici vengono ispezionati e, una volta accertato che non vi sia nessuno all’interno, vengono chiusi».

La palazzina, che non ha subito di recente alcun intervento, si trova accanto a un altro edificio a forma di C che ospita altre aule e l’asilo della Facoltà. «Tutto questo edificio limitrofo, come ci hanno già comunicato – fanno sapere i rappresentanti degli studenti – rimarrà chiuso per verifiche».

L’allarme, udito il forte boato, è stato dato dagli studenti che alloggiano nella casa dello studente e da quelli che uscivano dalla mensa universitaria, vicino alla palazzina. Terrorizzati, i ragazzi hanno subito lasciato le camere e si sono precipitati all’esterno dell’edificio, per capire cosa fosse successo. L’edificio crollato si trova all’interno del polo universitario di via Trentino-via Is Mirrionis, dove sono presenti appunto anche la mensa universitaria e la casa dello studente. Proprio in quell’edificio, ex Geologia ora in uso alla facoltà di Lingue, ci sono stati recenti lavori di ristrutturazione.

Sorgente: Cagliari, crollata l’aula magna dell’Università. Il sindaco: “Poteva essere una strage” – La Stampa