Austria, Kurz indagato per favoreggiamento e corruzione 

6 Ottobre 2021 0 Di Luna Rossa

La notizia confermata dalla procura di Vienna. L’inchiesta riguarda persone vicine al cancelliere, dal consigliere Steiner all’addetto stampa Fleischmann

Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz è indagato per «favoreggiamento della corruzione». Dopo le anticipazioni dei quotidiani Die Presse e Der Standard sui loro portali news la conferma della procura anti-corruzione di Vienna. L’inchiesta riguarda sondaggi pubblicati dal quotidiano Oesterreich e della tv privata oe24, entrambi di proprietà della famiglia Fellner. Questi sondaggi sarebbero stati pagati dal ministero delle Finanze, ma «esclusivamente per scopi partitici». Gli inquirenti vogliono anche vedere chiaro su 1,3 milioni di euro di annunci sui media dei Fellner. Nel mirino della procura ci sono altre nove persone, oltre a Kurz, e tre «soggetti» per le ipotesi di reato di peculato, concussione e corruzione.

Si tratta di un filone partito dall’inchiesta su alcune nomine di Casinos Austria. «Almeno tra il 2016 e il 2018» fondi pubblici del ministero delle Finanze sarebbero stati destinati «esclusivamente a scopi partitici», secondo gli inquirenti. Due dei tre «soggetti», secondo Apa, sono l’Oevp, partito di Kurz, e il gruppo editoriale del tabloid Oesterreich.

 

Nel corso della mattina è stata eseguita una serie di perquisizioni condotte nella Cancelleria e nella sede di Vienna dell’Oevp, il partito di Kurz in Austria. L’Oevp ha definito la perquisizione una misura «costruita» ad arte e una «messa in scena politica». Secondo Die Presse, l’inchiesta riguarda persone vicine al cancelliere Kurz, ovvero il consigliere Stefan Steiner, l’addetto stampa Gerald Fleischmann e un portavoce.

 

In una nota, l’Oevp ha affermato che «dopo le false accuse che sono già state mosse contro Sebastian Kurz e altri, e che si sono rivelate tutte infondate, ora si stanno costruendo ulteriori accuse su vicende che risalgono in parte a cinque anni fa. Si procede sempre con lo stesso obiettivo e sistema: danneggiare massicciamente il Partito popolare e Sebastian Kurz». Il partito ha anche criticato il fatto che i giornalisti avessero saputo della perquisizione in anticipo. A metà settembre il quotidiano austriaco Kurier aveva citato fonti secondo le quali sarebbe stata imminente una perquisizione nella sede dell’Oevp. La scorsa settimana il vicesegretario generale Gaby Schwarz ha detto in una conferenza stampa che «non c’è più niente da trovare da noi. Non c’è più niente» Il partito di opposizione Spo accusa l’Oevp di aver tentato con tutti i mezzi di «mettere un freno alla magistratura». «Ma la magistratura sta facendo il suo lavoro senza esitazioni e questa è una buona cosa», ha detto Christian Deutsch.

 

 

Il vice cancelliere austriaco Werner Kogler (Verdi) si è detto infastidito da chi, in seno, al Partito Popolare d’Austria (Oevp) ha definito «effetto spettacolo» le odierne perquisizioni nella sede generale dei Popolari, partito del cancelliere Kurz. La segretaria dell’Oevp, Gabriela Schwarz ha denunciato le perquisizioni e l’operato della magistratura definendole un pretesto per mettere in piedi «uno show». Il leader dei Verdi, partito partner della coalizione di governo, ha detto che «in ogni caso il suo partito aiuterà la magistratura a indagare in autonomia». Secondo Kogler la vicenda non avrà influenza sul proseguimento della coalizione di governo.

Sorgente: Austria, Kurz indagato per favoreggiamento e corruzione – La Stampa

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •