0 2 minuti 3 anni

Le azioni di Tommaso Claudi a Kabul sono sotto gli occhi di tutti. È la parte buona della diplomazia italiana che emerge nella potenza dei singoli gesti, nei sorrisi ai bambini, nella missione sul campo, nel coraggio nell’esporsi – munito soltanto di un giubbotto antiproiettili – al disordine e al caos che si sta verificando in queste ore intorno all’aeroporto della città afghana conquistata dai talebani. In realtà, in questi giorni, abbiamo assistito a una querelle, anche abbastanza settoriale, sulla sua reale funzione in Afghanistan. Il ruolo ufficiale di Tommaso Claudi registrato sul sito ufficiale dell’ambasciata italiana in Afghanistan è quello di segretario di legazione. Da qui, la polemica: non sarebbe corretto definirlo console, perché il suo è il primo livello della scala di rappresentanza internazionale. Il termine, secondo i critici, sarebbe stato utilizzato dalla politica (il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, ad esempio) e dalla stampa per dare un’immagine eroica del corpo diplomatico italiano.

Sorgente: Tommaso Claudi può essere definito console | Giornalettismo