Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Coronavirus, a Pechino corre il contagio. Negli Usa più di 120.000 morti, Germania altri 500 casi. La pandemia accelera in India

Dall’America alla Cina, dall’India all’America Latina, corre ancora il contagio da coronavirus. I morti negli Stati Uniti nelle ultime 24 ore sono stati 425. È quanto emerge dai dati della John Hopkins University, secondo la quale i contagi totali negli Usa hanno raggiunto i 2,31 milioni. I decessi complessivi dall’inizio della pandemia sono 120.393. La Cina intanto, conferma 22 nuovi casi, 13 di trasmissione locale tutti a Pechino, e nove importati o di ritorno. Nella capitale sono 249 i casi di trasmissione locale diagnosticati dall’11 giugno, quando è stata accertata una nuova ondata di contagi legati al mercato all’ingrosso di Xinfadi. La Commissione sanitaria della città ha anche dato notizia di altri due casi sospetti e di uno relativo a un soggetto asintomatico. Ieri le autorità di Pechino hanno confermato che circa 2,3 milioni di abitanti della capitale – il 10% della popolazione – sono stati sottoposti ai test per il Covid-19 tra il 13 e il 19 giugno.

Covid-19, l’Oms: «Desametasone potenziale salvavita, aumentare la produzione di steroidi»

La Commissione sanitaria nazionale non ha segnalato altri decessi a causa della pandemia e il bilancio rimane fermo a 4.634, mentre il numero dei casi confermati è salito a 83.418 con 78.425 pazienti dichiarati guariti. Tra le persone ricoverate, 13 versano in condizioni gravi. Ad oggi sono in totale 1.885 i casi importati nel gigante asiatico con 87 persone tuttora ricoverate. Tra i nove nuovi casi di ritorno, sette vengono segnalati nella provincia di Gansu, uno in quella di Jiangsu e l’altro nella provincia di Shaanxi. Anche oggi non ci sono notizie di nuovi contagi accertati nella provincia di Hebei, dove si trova Wuhan, la megalopoli dove si è inizialmente manifestato il coronavirus.

Coronavirus, il virologo Crisanti: «Covid si sta spegnendo? Sono solo chiacchiere»

Germania. Sono stati confermati altri 503 nuovi casi nelle ultime 24 ore, quando dieci persone hanno perso la vita per complicanze dopo aver contratto l’infezione. Lo rende noto il Robert Koch Institute, l’agenzia incaricata dal governo di Berlino di monitorare l’andamento della pandemia che ha registrato un calo dei contagi, ma un aumento di morti rispetto al giorno precedente (quando ci furono 537 casi e tre morti). In tutto salgono così a 190.862 i positivi al Covid-19 e a 8.895 le vittime, secondo i dati dell’Rki. Per quanto riguarda le persone guarite, sono 175.700 quelle che hanno sconfitto l’infezione. La Baviera resta lo stato maggiormente colpito con 47.894 casi e 2.571 morti. Nella capitale Berlino sono stati confermati 7.916 positivi e 211 morti.

America Latina. Punta sempre in alto la curva della pandemia in America latina, anche se da due giorni le percentuali di crescita di contagi, ora a (2.090.751, +39.714), e di morti (97.544, +1.820), sono nella parte bassa della media. È quanto emerge da una elaborazione statistica sulla base dei dati ufficiali di 34 Nazioni e territorio latinoamericani. A suggerire una stabilizzazione del trend sono i dati che arrivano dal Brasile, secondo Paese al mondo più colpito dopo gli Usa, dove nelle ultime 24 ore i contagiati hanno raggiunto quota 1.106.470 (+21.432), di cui 51.271 (+654) morti. In seconda e terza posizione restano il Perù (257.447 e 8.223) e il Cile (246.963 e 4.502). Seguono Messico (185.122 e 22.584) dove le misure adottate non sembrano sufficienti a contenere la pandemia, Colombia (71.183 e 2.310), Ecuador, Argentina e Rep. Dominicana.

Coronavirus, Pechino isola l’ospedale Peking: infermiera positiva al Covid

India. Altri 312 decessi e 14.933 nuovi contagi. Il bilancio ufficiale riportato dal Times of India parla di 440.215 casi con 14.011 morti nel gigante asiatico dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Le persone dichiarate guarite sono 248.189. L’India, con una popolazione di 1,3 miliardi di persone, è il quarto Paese al mondo per numero di contagi, dietro a Usa, Brasile e Russia.

Oms: «Il virus è ancora letale, record di 150.000 nuovi casi nel mondo»

Pakistan. I contagi  hanno causato nelle ultime 24 ore 105 morti, portando il totale delle vittime del Covid nel Paese a 3.695, secondo i dati diffusi oggi dal Ministero della Salute. Con 3.946 nuove infezioni nel paese, il numero di casi confermati totali è pari a 185.034. Nelle ultime 24 ore, 2013 persone sono guarite (73.471 il totale). Il numero di pazienti critici è 3.236, 17 in meno rispetto a ieri. La provincia meridionale del Sindh ha registrato la maggior parte dei contagi, 71.092, seguita dal Punjab orientale con 68.308. Ieri il Primo Ministro Imran Khan ha nuovamente escluso la possibilità di un blocco a largo spettro e ha affermato che il governo sta implementando chiusure intelligenti nei punti caldi del Paese per proteggere soprattutto le persone più vulnerabili.

Libia. Nelle ultime 24 ore altri 24 nuovi contagi, che portano a 595 il totale dei casi confermati nel Paese. Lo ha reso noto il Centro nazionale libico per il controllo delle malattie sulla propria pagina ufficiale Facebook, precisando che i morti restano stabili a 10, mentre i guariti salgono da 103 a 116 e le persone attualmente positive da 458 a 469. Severe misure di lockdown restano in vigore in molte città, in particolare del Sud del Paese, per tentare di limitare la diffusione del virus.

Coronavirus, nuovo focolaio in Germania: 400 lavoratori positivi in un mattatoio

Bolivia. Record di nuovi contagi, dove nelle ultime 24 ore si sono registrati 1.105 positivi. Lo riferisce il ministero della Sanità di Bogotà, aggiornando a 24.493 il totale dei positivi. Sale invece a 820 il numero delle persone che hanno perso la vita per complicanze legate all’infezione, 47 in più rispetto a ieri, come riferisce l’agenzia di stampa Abi. La regione maggiormente colpita dalla pandemia è quella di Santa Cruz, con 15.067 casi in totale, 568 nelle ultime 24 ore. Il ministro della Sanità Eidy Roca ha previsto che il picco della pandemia in Bolivia, dove si potrebbe raggiungere quota 130mila casi, si potrebbe registrare la prima settimana di settembre.

Ultimo aggiornamento: 09:25

Sorgente: Coronavirus, a Pechino corre il contagio. Negli Usa più di 120.000 morti, Germania altri 500 casi. La pandemia accelera in India

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing