Palestina: famiglia costretta a demolire la propria casa

20 Novembre 2019 0 By marco zinno

Il reporter di QNN ha detto che il comune ha costretto la famiglia Khalaileh a demolire la sua casa, che è stata costruita senza permesso perché è semplicemente più vecchia dello stato di occupazione stesso. La famiglia ha dovuto demolire la propria casa per evitare di pagare i costi di demolizione estremamente elevati, stimati in 100.000 Shekel (29.000 $).Ha dichiarato che la famiglia stava progettando di restaurare la casa, ma il comune non ha permesso alcun restauro e ha ordinato di demolirla.Il proprietario della casa, Ismail Khalaileh, ha detto a QNN che “la casa ha 130 anni. I nostri antenati, padri e figli sono nati e vivono qui. Abbiamo molti ricordi qui. È un’eredità palestinese ”.“Gli israeliani affermano che è molto vecchio e non può essere ripristinato. Quindi, lasciarlo cadere è una buona soluzione ?! ”, ha aggiunto.Khalaileh ha aggiunto che vivere nella città santa è diventato molto difficile. Persino le terre della famiglia sono state rubate dagli israeliani, che hanno costruito su di loro insediamenti illegali.“Nessuno demolirebbe una casa così vecchia. Se fosse stato casa loro, la avrebbero restaurata. Non li vogliamo nel nostro paese “, ha detto Khalaileh.

Sorgente: Rete italiana ISM

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •