0 2 minuti 5 anni

Il Golfo è ingolfato. I numeri forniti dall’Associazione Nautica Regionale Campania (Anrc), che parlano di «oltre 2800 barche ormeggiate nel mare di Napoli in maniera non regolamentata», e i blitz della Capitaneria di Porto che in questi giorni sta portando avanti controlli, sequestri e multe contro gli scafi «in divieto di sosta» nelle acque napoletane, navigano nella stessa direzione: «È indispensabile dare ordine alla costa partenopea», osserva Gennaro Amato, presidente di Nautica Campania. Le barche sono ovunque, spesso dove non potrebbero stare o spesso sono molte di più delle autorizzazioni concesse: Rotonda Diaz, Nisida-Coroglio, molo Luise, il Porticciolo di Santa Lucia, le spiagge di via Caracciolo tanto per fornire una sintetica mappa delle maggiori criticità. Al caos si aggiunge poi il problema economico, perché le imbarcazioni ormeggiate senza permesso sottraggono alla città un indotto da capogiro di quasi «9 milioni per ogni estate». E, stando alla cifra sommersa, non è un problema da poco.

….

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCANDO IL LINK SOTOT RIPORTATO

Sorgente: Caso ormeggi nel golfo di Napoli: abusive tremila barche | Il Mattino


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.