0 4 minuti 1 settimana

Il Trinity College di Cambridge detiene investimenti nel più grande produttore di armi israeliano, Elbit Systems, così come in altre aziende che traggono profitto dall’occupazione israeliana
(Foto) Un accampamento di solidarietà a Gaza è stato allestito fuori dall’iconica King’s Parade di Cambridge il 6 maggio 2024 (Imran Mulla/MEE)

Il college più ricco dell’Università di Cambridge, il Trinity College di Cambridge, ha deciso di disinvestire da tutte le società produttrici di armi , rivela Middle East Eye.

MEE ha appreso da tre fonti ben informate vicine al sindacato studentesco del Trinity che il consiglio universitario, responsabile di importanti decisioni finanziarie e di altro tipo, ha votato per rimuovere gli investimenti del Trinity dalle società di armi all’inizio di marzo. 

Secondo le fonti, il college ha deciso di non annunciare il disinvestimento dalle società produttrici di armi dopo che un attivista ha deturpato un ritratto del 1914 di Lord Arthur Balfour – autore della famigerata Dichiarazione Balfour – all’interno del college l’8 marzo. 

L’incidente ha suscitato un’ampia copertura mediatica nel Regno Unito e la condanna da parte dei parlamentari britannici, tra cui il vice primo ministro Oliver Dowden.

MEE ha contattato il Trinity College di Cambridge per un commento ma non ha ricevuto risposta al momento della pubblicazione.

MEE ha rivelato a febbraio che Trinity aveva investito 61.735 sterline (78.089 dollari) nella più grande azienda di armi israeliana , Elbit Systems, che produce l’85% dei droni e delle attrezzature terrestri utilizzate dall’esercito israeliano.

MEE ha anche riferito che il college aveva milioni di dollari investiti in altre società che armavano, sostenevano e traevano profitto dalla guerra di Israele a Gaza .

In risposta al rapporto, il 28 febbraio il Centro internazionale di giustizia per i palestinesi (ICJP), un gruppo per i diritti umani con sede nel Regno Unito, ha emesso un avviso legale al Trinity College avvertendo che i suoi investimenti potrebbero renderlo potenzialmente complice dei crimini di guerra israeliani.

L’ICJP ha indicato nella sua nota legale che “i funzionari, i direttori e gli azionisti del collegio possono essere individualmente responsabili penalmente se mantengono i loro investimenti in società di armi che sono potenzialmente complici dei crimini di guerra israeliani e dei crimini contro l’umanità”.

MEE ha rivelato a febbraio che il college aveva anche investimenti per un valore di circa 3,2 milioni di dollari in Caterpillar, una società di attrezzature pesanti con sede negli Stati Uniti che è stata a lungo bersaglio di campagne di boicottaggio per la vendita di bulldozer all’esercito israeliano, e di numerose altre società coinvolte nell’operazione israeliana. guerra – tra cui General Electric, Toyota Corporation, Rolls-Royce, Barclays Bank e L3Harris Industries. 

Sorgente: Il college più ricco di Cambridge disinveste dalle società produttrici di armi | Occhio del Medio Oriente